LEFFE – Diana, la sorpresa dall’autopsia: morta soffocata? Nello stomaco frammenti di materasso

656

Diana, la figlia di 18 mesi di Alessia Pifferi, trovata morta il 20 luglio dopo essere stata abbandonata in casa a Milano, avrebbe ingerito dei pezzi di cuscino. 

Sono le prime indiscrezioni che trapelano dall’autopsia nel corpo della piccola sarebbero stati trovati frammenti del cuscino e della gommapiuma del materasso ed è come se li avesse mangiati a causa della fame. Intanto nei giorni scorsi l’avvocato della Pifferi, Solange Marchignoli, al termine dell’udienza dell’incidente probatorio ha detto che la donna le ha chiesto una foto della figlia. «Mi si è avvicinata all’orecchio e mi ha sussurrato “Voglio una foto di Diana”», ha detto ai cronisti la penalista. La donna avrebbe anche aggiunto di chiedere la fotografia a una delle baby sitter che si era presa cura della bambina.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 21 OTTOBRE

pubblicità