Le news più strane ma vere del giorno – Ignorano una rapina in corso perchè stanno catturando i Pokemon: licenziati due poliziotti

178

Due poliziotti sono stati licenziati perchè hanno ignorato la richiesta di assistenza di un collega per una rapina in corso mentre stavano catturando… Pokemon. E’ accaduto negli Stati Uniti, i due sono finiti a processo e, dopo aver tentato in tutti i modi di mistificare l’avvenuto, si sono dovuti riconoscere colpevoli e hanno perso il lavoro.

pubblicità

Gli agenti Louis Lozano ed Eric Mitchell sono stati licenziati per aver “intenzionalmente abdicato al loro compito di assistere la risposta di un ufficiale comandante ad una rapina in corso e giocato ad un gioco mobile di Pokémon durante il servizio”, si legge nei verbali della corte emersi nelle scorse ore. La vicenda in questione è avvenuta nell’aprile del 2017 e il responso è relativo all’appello contro il licenziamento (perso) dello scorso venerdì. Mitchell e Lozano avevano ricevuto una chiamata da un ufficiale di pattuglia perché rispondessero ad una rapina al Macy’s al Crenshaw Mall di Los Angeles. Nonostante fossero lì vicino, i due non hanno risposto e si sono spostati in auto.

Così nel verbale: “Per approssimativamente i 20 minuti successivi, [il sistema di monitoraggio in auto] ha catturato [Mitchell e Lozano] mentre discutevano di Pokémon e guidavano verso località diverse, dove le creatuve virtuali apparentemente comparivano nei loro cellulari”, recita il verbale. “Sulla strada per la località dove si trovava Snorlax, l’agente Mitchell allertava l’agente Lozano che ‘è appena saltato fuori un Togetic’. Dopo che Mitchell era riuscito a catturare lo Snorlax, esclamando ‘preso’, i richiedenti appello concordavano nell’andare ‘a prendere il Togetic’ e andavano via in auto”. Mitchell e Lozano hanno peggiorato la situazione mentendo: i due avevano prima spiegato di stare catturando delle “immagini” di Pokémon e non giocando, poi che Pokémon Go non è “pubblicizzato come gioco” ma più come “evento sui social media”. Alla fine, però, hanno dovuto riconoscere che stavano inseguendo lo Snorlax, visto che volevano “catturare questa creatura mitica”. Un inseguimento non strettamente da poliziesco, e che è valso ai due il posto di lavoro.

pubblicità