LA RUBRICA – L’ALLENATORE NEL PALLONE – Alessandro Petenzi (mister a 23 anni) e il suo Alto Sebino: “Mattinate intere a preparare gli allenamenti e in panchina non sto mai fermo, potessi scendere in campo…”

Questo è il fischio d’inizio di una nuova avventura sportiva, e nello specifico calcistica, per Araberara. La chiamiamo ‘L’allenatore nel pallone’, prendendo ispirazione dal film che ha lanciato Oronzo Canà nel mondo del calcio. I nostri protagonisti saranno proprio gli allenatori delle squadre giovanili locali, che si racconteranno, puntata dopo puntata, sul campo e nella vita.

Pronti? Via! Partiamo da Lovere, è un sabato pomeriggio di metà gennaio e il campionato è ancora in pausa, ma mister Alessandro Petenzi e i suoi Giovanissimi classe 2006 dell’Alto Sebino… no. È finita da poco l’amichevole con il Breno 2007, l’allenatore accompagna i suoi calciatori nello spogliatoio, un po’ di musica – rigorosamente ad alto volume – in sottofondo, poi “ragazzi, torno tra un attimo”, chiude la porta alle sue spalle e inizia a rispondere alle nostre domande (mentre i genitori attendono piuttosto impazienti – ma questo lo abbiamo scoperto soltanto più tardi – i propri figli in cerchio, infreddoliti e pure curiosi di capire il motivo per cui la doccia questa volta si sia prolungata). Torniamo sul campo. Alessandro vive a Pianico e studia Scienze Motorie all’Università di Brescia. Ha 23 anni, giovane, giovanissimo, eppure mastica calcio da parecchi anni, sui campi ma anche sui libri, da allenatore s’intende. Per lui questo sport è più di un hobby, una passione che gli ha letteralmente rubato il cuore. Due allenamenti a settimana e poi la partita, il sabato pomeriggio, di corsa dopo il suono della campanella a scuola oppure la domenica mattina, con la sveglia che suona quasi sempre all’alba. Ma non solo… “Ci metto anche un’intera mattinata a preparare gli allenamenti – ci confida -. Sì, mi occupa tanto tempo, ci metto anche tre ore a preparare una scheda di allenamento, ma sai, credo che si percepisca la differenza tra chi allena per hobby dedicando soltanto qualche momento e chi lo fa come me….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 24 GENNAIO