La mappa del Covid ‘nostrano’. Cosa sta succedendo nei nostri ospedali, i numeri reali. 20.000 visite sospese dal primo marzo negli ospedali di Lovere, Piario, Alzano e Seriate, ecco l’elenco

20.000 prestazioni e visite sospese dal primo marzo per i soli ospedali dell’Ats Bergamo Est e cioè Lovere, Piario, Alzano e Seriate. Numeri da capogiro e numeri che inquietano. Lo specchio di ciò che è la sanità lombarda in questo momento. Inutile fare commenti. E così, mentre i telefoni e i centralini di ospedali, cup, redazioni di giornali, medici di base, bollono, perché migliaia di persone, soprattutto anziani, non riescono a prenotare e nemmeno a contattare chi di dovere per tentare di riprenotare visite, che quando va bene, vengono assegnate anche fra due anni, migliaia di prestazioni finiscono in archivio senza mai essere state effettuate. E se durante il covid dagli oculisti ai dermatologi non hanno potuto effettuare visite e quindi molti di loro hanno … ‘riposato’, ora, potrebbero tranquillamente infilare un po’ di straordinari per recuperare quanto non fatto, piuttosto che far perdere visite a gente che le aveva prenotati mesi fa. Insomma, non di certo tutti eroi, ma questa è un’altra storia. 

Torniamo ai numeri, impressionanti davvero se rapportati a solo 4 ospedali, di cui 3 su 4 relativamente piccoli. Siamo riusciti a recuperare l’elenco, diviso in prestazioni, di tutte le visite sospese, e fa impressione vedere che uno dei numeri più elevati riguarda le visite cardiologiche, insomma, non proprio un semplice mal di denti. Ecco l’elenco, altro non serve, basta scorrerlo per farsi un’idea di come siamo messi. Alla faccia dell’eccellenza della sanità italiana. ..

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 23 OTTOBRE