Intervento – LOVERE – Graziano Martinelli all’amministrazione: “Cambiate idea, le ex Carceri diventino uno spazio sociale, troppi soldi per i musei”

L’epidemia da Coronavirus che si abbattuta sul nostro paese nei mesi scorsi e che non ha risparmiato la nostra comunità, lasciando dietro di sé una scia di morte, sofferenza e paura, oltre ad averci costretto a limitare le nostre libertà, a colpirci nei nostri affetti più cari, ci ha gettato in una grande incertezza per quello che sarà il nostro futuro. In tutti i sensi: per la salvaguardia della nostra salute, la ricostruzione delle nostre relazioni, la nostra prospettiva economica e sociale. L’unica certezza che stiamo ricavando da questa dolorosa esperienza è che la nostra vita, almeno per molti aspetti non sarà più come prima. Cambierà il nostro modo di muoverci negli spostamenti, di lavorare, di andare a scuola, di fare acquisti, di frequentare gli amici, di gestire il tempo libero per praticare sport, andare al ristorante, al bar, ma anche visitare città, frequentare teatri, cinematografi, parchi, mostre e musei. In una parola dovremo ripensare e reinventarci tempi e spazi del vivere quotidiano. Questo comporta rivedere scelte, progetti, programmi adeguandoli a questa nuova dimensione. Vale per gli individui, per la politica, per le istituzioni. Anche alla luce di questi nuovi scenari invitiamo l’Amministrazione Comunale ad una approfondita riflessione in merito alla scelta della creazione di un secondo polo museale nell’Edificio Ex Carcere, oggetto di prossimo intervento di recupero urbanistico edilizio. La nostra posizione, già espressa nel corso della campagna elettorale, e ulteriormente rafforzatasi alla luce di quanto accaduto negli ultimi mesi, di basa su considerazioni di merito e di opportunità sociale ed economica….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 MAGGIO