CONVERSAZIONE CON YOUSSEF EL AMRANI PORTAVOCE DELL’ASSOCIAZIONE AN-NUR

CHI è BEN YOUSSEF E’ nato in Marocco, dove ha ancora fratelli e parenti. Ha studiato all’università francese di Aix en Provence. Nel 1990 è venuto in Italia sfruttando la cosiddetta “Legge Martelli”, bastava avere un lavoro. Youssef El Amrani nonostante gli studi fatti ha ricominciato da operaio in uno stabilimento tessile di Ardesio (Radici), poi ha fatto il muratore,...

Pirati d’anime nel mediterraneo, dalla Libia a Lampedusa sugli “zodiaci” della speranza

NEL MEDITERRANEO Dalla Libia a Lampedusa sugli “zodiaci” della speranza Le storie della vita, a loro modo, sono uniche e irripetibili. La vicenda di Mohammed si potrebbe defnire una sfida alla vita. Un duello ad armi impari che nasce dal disagio di una vita che di facile e scontato non ha davvero nulla. La sfida di chi nasce in Mauritania...

L’ALTRA METÀ DEL CIELO FRANCESCANO

Suor Veronica: “Ha ragione Papa Francesco, siamo nella globalizzazione dell’indifferenza, siamo bestie, dobbiamo fermarci, cambiare, come Francesco d’Assisi e cambiare si può, sì, il mondo è nella sua Pentecoste” sereno, vento, pioggerellina, nebbie che si alzano e si abbassano quasi a danzare per accogliere ottobre. Cammino verso il convento delle clarisse di Lovere, 8,30 del mattino, lungo la strada auto...

Mauro Corona: “E’ stato un genocidio dei poveri”

Mauro Corona e Giorgio Fornoni. Un incontro sul luogo del… delitto, quel Vajont che il 9 ottobre del1963 diventò l’inferno, un inferno che ingoiò più di 2000 persone, sono passati 50 anni, un anniversario di quelli che lasciano il segno, che forse un segno va lasciato per forza, per non dimenticare. Giorgio incontra Mauro a casa sua, per raccontarsi...

Chi ha ucciso Laura Bigoni Prima condannato e poi assolto l’ex fidanzato

Vent’anni dopo. Primo agosto 1993. Laura Bigoni oggi avrebbe 43 anni, ne aveva solo 23 quel primo di agosto, l’ultimo della sua vita. Vent’anni dopo quel delitto è uffcialmente irrisolto, come tanti, come troppi. Ma a Clusone se ne parla ancora. Vent’anni dopo, su quello strano triangolo amoroso che mise in scena un dramma, il sipario non è mai...

Sergio Piffari “bruciato” nei bed & breakfast

Sergio Piffari. Classe 1961, nato a Valbondione il 18 maggio. Diplomato presso l’istituto tecnico industriale. Dal 1983 al 1985 è stato direttore degli impianti di risalita a Lizzola. Dal 1991 al 2001 è stato sindaco di Valbondione. Dal 1999 al 2003 assessore al turismo in Comunità Montana. Nel 1999 eletto consigliere provinciale. Dal 2007 al 2009 assessore al personale...

BOSSICO: UN ALTOPIANO TUTTO ROSA DONNE SOLE AL COMANDO

  Sindaco, Giunta, Segretario, vigile, presidenti di Pro Loco e Biblioteca Il profumo forte di bosco si infla sotto la pelle e sembra pronto a fare da benzina all’anima. Il vento fa il resto e la vista diventa un preludio a un viaggio a ridosso di quello che ognuno sente dentro. Domenica di un pomeriggio di fne estate, i boschi di...

I comunisti hanno smesso di mangiare i bambini

Non ci sono più i partiti di una volta, come le stagioni, il tempo passa come le passioni. E’ un pomeriggio d’estate, sotto una pergola, un moscato fresco e qualcosa da mandarci dietro e ricordi tanti. Ma ci avete creduto davvero alla rivoluzione? Guerino Surini è sulla soglia dei settant’anni, potrebbe aver ceduto allo sconforto di quelli che hanno...

Quell’estate calda di mezzo secolo fa

Mezzo secolo e pare un secolo, un altro mondo. E comunque è già il secolo scorso. La colonna sonora di quell’anno che avrebbe segnato la fne del boom economico, senza che noi ci fossimo accorti né del suo inizio né della sua fne imminente, erano “solo” canzonette. Era l’anno e l’estate degli amori capricciosi. “Mio cuore, tu stai soffrendo,...

MARIA CHE HA SPOSATO UN MOSTRO Botte, sangue, umiliazioni e sesso a comando

Maria ha gli occhi grandi e scuri che ti si inchiodano addosso e sembrano pronti a tutto per difendere il suo amore, i suoi amori, che non sono uomini ma sono fgli. Maria Prestopino arriva in redazione con Sara, che è un pezzo di quell’amore, sua fglia, che la segue come un’ombra e non le schioda mai gli occhi...

I Bergamaschi invasero la Sicilia. I Siciliani invadono la Bergamasca

MAFIA I Mille di Garibaldi, Bergamo “città dei Mille” che invadono la Sicilia. Ma in questi anni succede il contrario. E non è precisamente una “liberazione”. Ecco un piccolo viaggio nelle Mafe in bergamasca, nuova terra fertile per ‘impiantarsi’ e radicarsi per la nuova, nemmeno tanto, criminalità. Il coordinamento provinciale di Libera ha condotto un’accurata indagine che raccoglie quanto...

Papa Giovanni e la bergamasca

Proseguiamo il racconto del rapporto dei nostri territori con Papa Giovanni XXIII. Sul numero scorso abbiamo raccontato del rapporto con Vilminore e Tavernola. Come annunciato, in questo numero ci occupiamo di Papa Roncalli e Clusone. La prima visita a Clusone del futuro Papa Roncalli è datata 1907. Da tre anni Angelo Giuseppe Roncalli era prete, da due anni era...

Il PAPA che rimise la chiesa al passo dei tempi

10Mezzo secolo. Giovanni XXIII moriva il 3 giugno di cinquant’anni fa, in una sera che mescolava lacrime e pioggia. Si scrive troppo spesso che una nazione, anche solo un paese “piange” per la scomparsa di un compaesano. Quel giorno la gente piangeva davvero, credenti e non credenti. Papa Roncalli aveva ridato luce alla Chiesa, le sue parole a braccio...

Partito Democratico tre passi nel delirio

VIVO UN PD SE NE FA UN ALTRO il COMMENTO Il Pd è morto e se ne fa un altro. Che poi (la Chiesa insegna) vale anche il detto aggiornato, tipo: il Pd è ancora vivo (come il Papa) ma se ne fa un altro. La sinistra italiana non sa che fare ma lo fa. E i risultati si vedono....

Anche il loro nome è Francesco

I nuovi Francesco, quelli che non hanno vesti o talari, quelli che non hanno il ‘don’ o la ‘suor’ davanti al nome ma che ogni giorno si inflano dentro anime e cuori e provano a farli ripartire, a farli funzionare, in ogni caso a farli vivere. Dopo la speranza di una Chiesa nuova con un Papa che ha scelto il nome di San Francesco, siamo andati nei...

quelli che la vita è in prestito

“Una signora di Lovere pretende 500 euro per comprare un tablet. Un giovane di Rogno chiede 5000 euro per spese sanitarie e li brucia al videopoker: è una malattia, dice”. lavora in banca da una vita, da qualche anno segue il settore prestiti. Pausa pranzo davanti a un insalatona perché ‘il nervoso mi ha fatto ingrassare troppo’, nell’ultimo anno il suo lavoro lo...

MONS. FRANCESCO BESCHI Il nuovo Papa? Che miri al cuore dell’uomo

Francesco Beschi nasce a Brescia il 6 agosto del 1951. Viene ordinato sacerdote il 7 giugno 1975 dal vescovo di Brescia, il bergamasco Luigi Morstabilini, dopo aver celebrato la prima Messa nella sua parrocchia cittadina di Sant’Anna nella periferia di Brescia, inizia il suo ministero presso la diocesi di Brescia come Vicario Cooperatore al “Villaggio Sereno” in città. Nel...

Roma senza Papa e i sergenti della Fede

Una delle poche cose sicure della vita è (era) che “morto un Papa se ne fa sempre un altro”. Stavolta le cose sono andate diversamente. Giovedì 28 febbraio, quando Joseph Ratzinger dismetterà i panni di Benedetto XVI e partirà alla volta di Castel Gandolfo, Roma rimarrà senza Papa per alcune settimane, come le è capitato molte volte in questi 20 secoli. A un...

Divenni prostituta mangiando una mela

Ombretto viola, uno schiocco alle palpebre, ma sotto ancora un’ingenuità da bambina. Lalla ai Due Pini, ristorante sulla provinciale per Lecco, la conoscono fn troppo bene, lei dispensa biglietti da visita da anni nei dintorni e sorride sempre. Lalla che infatti mi fredda subito con un battuta “se mi vuoi intervistare dammi del tu, non siamo mica dal sessuologo”....

Tre bed & breakfast a Lizzola: 300 mila euro Bufera mediatica sull’On. Sergio Piffari Striscia la Notizia: “Dove sono? Non esistono”

(p.b.) Ormai troppo spesso i giornalisti arrivano tardi, la notizia la scovano trasmissioni come le Iene o come Striscia la Notizia. Che sono le due trasmissioni di Mediaset, quanto di più anomalo uno possa immaginare. I responsabili sono spesso accusati di complottismo, insomma andrebbero a colpire “solo” i nemici del loro datore di lavoro, Silvio Berlusconi e famiglia. Ma...