IMPIANTI DI COLERE: si va verso un Project Financing pubblico/privato, SI SBLOCCA IL PROGETTO MILIONARIO

1080

Project Financing”. Due paroline che mettono in fibrillazione il mega progetto di rilancio della stazione sciistica colerese presentato da una cordata con a capo un colerese doc, Massimiliano Belingheri, tornato al paese d’origine appunto per un’operazione di rilancio che comporterà investimenti che potranno raggiungere i 30 milioni di euro.

Presentato pubblicamente il progetto è stato rallentato dalla burocrazia pubblica, e in questo caso “le leggi sono (e c’è) chi pon mano ad esse”, direbbe Dante (nel senso dell’Alighieri).

Tutto comincia dalla proposta avanzata da Massimiliano Belingheri di avere in concessione tutto il comprensorio sciistico ma in particolare anche la seggiovia Carbonera-Polzone, che attualmente è di proprietà del Comune di Colere. Per questa seggiovia nel Patto Territoriale approvato in Regione, il Comune di Colere dovrebbe ottenere 4 milioni e mezzo per rinnovarla, perché il 22 luglio questo impianto “muore” e non ci saranno proroghe. Belingheri nella sua proposta chiedeva che il Comune desse in concessione questa seggiovia, “noi andremmo a rifarla sostituendola con una cabinovia, entreremmo nel Patto territoriale come concessionari”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 MAGGIO

pubblicità