IL SINDACO Slitta al 10 luglio l’inizio dei lavori in via Mazzini Fabio Terzi: “L’hanno chiesto i commercianti, non volevano la chiusura della strada a maggio e giugno. Cantiere aperto il lunedì dopo la Notte Bianca”. A giugno l’inaugurazione della pista ciclopedonale e nel 2018 la realizzazione del parcheggio di Fiobbio e del parco in Valle del Lujo. Dal Ministero dell’Economia arrivano 80 mila euro per l’estinzione dei mutui

(ANZA) – I lavori in via Mazzini partono a maggio… anzi no! Il sindaco di Albino Fabio Terzi aveva annunciato che nel mese dei fiori, della Madonna, della festa della mamma… sarebbe finalmente partito l’atteso cantiere. E, invece, i tempi slittano di diverse settimane.

Nessun problema – rassicura il primo cittadino – ma i lavori in via Mazzini partiranno più di un mese dopo quanto avevamo pensato e questo per una precisa richiesta dei commercianti del centro storico”.

Il sindaco Terzi aveva infatti dichiarato (Araberara del 5 maggio a pagina 46) che l’Amministrazione comunale stava dialogando con i commercianti per decidere i tempi e le modalità di chiusura dell’importante arteria del centro storico albinese.

Questo posticipo ci è stato richiesto perché maggio e giugno sono due mesi in cui loro lavorano molto e sarebbe stato dannoso chiudere la strada. A maggio ci sono le Prime Comunioni e le Cresime, a giugno c’è la chiusura delle scuole e le famiglie si preparano per andare in vacanza. In pratica, da quanto ci hanno riferito i commercianti, per loro è importante che in questo periodo via Mazzini rimanga aperta al traffico visto l’afflusso di clienti. Tra l’altro – sottolinea il primo cittadino – agli inizi di luglio c’è la Notte Bianca e abbiamo perciò deciso di aprire il cantiere il lunedì dopo, il 10 luglio. In quel giorno partiranno finalmente i lavori per la manutenzione del fondo stradale di via Mazzini”.

Quando pensate di chiudere il cantiere del centro storico? “A settembre. Sarà tutto finito prima dell’inizio dell’anno scolastico. Ad agosto arriverà anche l’arredo urbano che sarà posato dopo la sistemazione del fondo stradale”.

Oltre a quello di via Mazzini, partirà anche il cantiere alla caserma dei Carabinieri. “Sì, quest’anno stiamo lavorando molto su questa sponda del Serio, ma nel 2018 torneremo a pensare all’altra sponda, alla Valle del Lujo. In campagna elettorale avevamo fatto alcune promesse che stiamo mantenendo. Innanzitutto, il completamento del ponte sul Serio, poi la realizzazione della pista ciclopedonale della Valle del Lujo, bloccata l’anno scorso ma che inaugureremo a giugno. Poi, i parcheggi alle Poste di Vall’Alta, che abbiamo fatto. Mancano il parcheggio di Fiobbio e il parco, sempre in Valle del Lujo, che realizzeremo l’anno prossimo, perché quest’anno non ne abbiamo la possibilità. Sono tutte opere promesse in campagna elettorale; ce n’è poi stata un’altra non prevista ma che abbiamo fatto, cioè l’intervento alla scuola media di Abbazia”.

Nel frattempo, è arrivata all’Amministrazione comunale albinese una buona notizia direttamente dal Ministero dell’Economia.

Il Ministero – spiega Terzi – mette a disposizione alcune risorse a quei Comuni che vanno ad estinguere mutui, cosa che comporta il pagamento di penali piuttosto salate. Ebbene, abbiamo portato a casa 80.000 euro che, guarda caso, corrispondono quasi interamente all’ammontare di penali che dobbiamo pagare per l’estinzione di mutui per 300/400.000 euro. Questa estinzione garantirà nel 2018 un risparmio in parte corrente di 25/30.000 euro di interessi che non andremo a pagare. Ogni tanto arriva qualche buona notizia dal Ministero!”.