IL SINDACO DI VALGOGLIO – Angelo Bosatelli: “Giorni di terapia intensiva ma ora rinasco, grazie a tutti, tornerò presto, ho pianto e sofferto ma sentivo la gente con me”

L’ho vista davvero brutta, non solo non capire perché sia successo ma anche per la preoccupazione che ti martella ogni giorno. Preoccupazione per la salute, per la famiglia e per questa frana di malvagità che questo virus porta con sé”. Angelo Bosatelli è nel suo letto a riposare, da qualche giorno è uscito dalla terapia intensiva e trasferito nella subintensiva per poi sposarsi in reparto e poi tornare a casa. Giorni duri, tosti, che hanno tenuto in apprensione tutti, lui, sindaco di Valgoglio e già sindaco di Villa d’Ogna, si sta riprendendo “Tutto è cominciato dopo qualche giorno a casa per quella che pensavo fosse una semplice influenza, dopo giorni che la febbre non si abbassava sono stato ricoverato a Piario in ambulanza  Era il 3 marzo, poi il 4 mi hanno trasferito all’ospedale di Alzano diagnosticandomi la polmonite ed il coronavirus. Il 6 marzo sono stato trasportato in Ambulanza in terapia intensiva presso l’ospedale di Legnano dove sono tutt’ora ricoverato”.

Angelo racconta quei giorni terribili: “E’ stata grande la sofferenza  per la lontananza della mia famiglia, degli amici e colleghi. Facevo fatica a respirare e mi hanno da subito aiutato con l’ossigeno, che continuo ad avere anche se dal 13 sono stato portato in subintensiva…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 20 MARZO