Il RICORDO – LAGO D’ISEO – Christo, quel genio visionario e the Floating Pears, la sua passerella verso il cielo

Nel momento in cui il turismo del lago è in ginocchio per il Covid se ne va colui che quel turismo lo aveva lanciato nell’Olimpo del mondo, Christo Vladimirov Yavachev, per tutti Christo. Di lui è stato scritto di tutto e di più. Di lui resta e resterà l’immagine di quella passerella che rifletteva luce ovunque, quella sensazione di camminare sulle acque, quel sogno che diventa realtà, quel lago che si fa centro del mondo. Christo qui ha lasciato un segno, che non è solo un passato, non è solo un presente e non sarà solo un futuro. Sarà un sempre, Qui resterà come è restato qualsiasi posto che ha visto le opere del suo genio visionario. Molti parlano di Christo come un’artista dell’utopia, ma Christo non lasciava niente al caso, anzi, è stato il primo artista che è ricorso al prestito bancario come strumento di lavoro. La notizia della realizzazione a Miami delle Surrounded Islands, il polipropilene fucsia che circonda le undici isolette, spettacolare ed emozionante installazione galleggiante, fu data dal New York Times nel 1983, in ragione non tanto dell’evento estetico ma per il prestito concesso dalla Citibank di 3 milioni di dollari, evento che poneva allora la ditta XTO e J-C al terzo posto nel mondo dopo la Exxon e la Philip Morris come istituzioni private promotrici di cultura. È questa fusione di economia e arte a colpire, oltre alla indubbia bellezza dei progetti: l’estetica e il denaro, la fruizione democratica e la macchina organizzativa che le produce. Christo appare simile più a un artista rinascimentale, che realizza grandi opere pubbliche per il beneficio estetico del popolo, che non un artista dell’avanguardia che sfida l’arte con la trasgressione, per quanto più di un critico e studioso lo abbia incluso in una galleria di “vite d’avanguardia”. Christo attira le grandi banche i collezionisti, fonde arte ed economica. Lui cresciuto nel comunismo, la sua prima opera fu un allestimento di covoni e di attrezzi agricoli. Christo impacchetta monumenti, da spazio a quello che uno vede, all’involucro, l’arte che attira lo sguardo. E poi The Floating Piers, la passerella sulle acque per arrivare all’isola lacustre più grande d’Europa, Montisola….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 5 GIUGNO