IL CASO – VILMINORE Il perfido porfido rovina i tacchi delle signore… Stendiamoci sopra un velo (pietoso) di asfalto!

Il sindaco lancia una pubblica sottoscrizione

Per adeguare la pavimentazione alla tipologia delle costruzioni adiacenti, una ventina di anni fa le vie e le piazze di Vilminore centro sono state pavimentate con lastre e cubetti di porfido. Una pavimentazione, dal punto di vista estetico, in sintonia con l’ambiente e poco onerosa per quanto riguarda la manutenzione.

Tuttavia, nonostante la robustezza del materiale, l’utilizzo intenso da parte di automezzi in transito e in sosta, soprattutto in Piazza Giovanni XXIII, davanti al municipio, ha prodotto disconnessioni che adesso richiedono interventi celeri di risistemazione.

Preso atto del problema, il Sindaco Pietro Orrù ha pensato di sostituire il porfido con del normale asfalto, che ritiene equivalente dal punto di vista estetico pur essendo meno costoso.

Naturalmente, trattandosi di lavori pubblici, non tutti i cittadini sono d’accordo sulla soluzione proposta. Alcuni infatti, pur ritenendo necessario un intervento di manutenzione, preferirebbero che fosse mantenuto il fondo in porfido, altri invece appoggiano la soluzione radicale proposta dal Sindaco e da lui resa pubblica con un post in facebook.

Tutte le piazze di Vilminore dovrebbero essere ripavimentate, ma non ci sono in Bilancio risorse sufficienti – ci ha dichiarato Orrù – per il momento quindi darei la priorità alla Piazza principale, per la quale il preventivo dei lavori non dovrebbe superare i 150.000 Euro….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 10 FEBBRAIO