IL CASO – GORNO MINIERE: gli australiani un bluff? “A marzo decidono. Ma è gente seria…”

63

Calegari: “Felicissimi se il progettoandrà in porto abbiamo fatto e facciamo di tutto perché questo avvenga” Mario Furia: “La Minerals è affidabile, ha partecipato a tutte le assemblee pubbliche rispondendo ad ogni domanda”

(An. Ca.) La calma olimpica del sindaco Giampiero Calegari non si scalfisce minimamente all’idea, avanzata da un esperto di finanza sulle pagine del numero scorso del nostro giornale, secondo la quale “gli australiani potrebbero essere un bluff”, nel senso che non c’è la certezza assoluta che le miniere della Val del Riso verranno riaperte. Sempre secondo l’esperto infatti il Gruppo australiano, in mano ad un grosso Fondo di Investimento, potrebbe essere più interessato a fare finanza piuttosto che impresa, acquistando concessioni minerarie in siti chiusi da anni (oltre a Gorno, in Italia, anche in Valle Anzasca, a Pestarena, in Valsesia e in Sicilia) perché pare che basti l’annuncio di ogni nuova acquisizione a far schizzare in alto il titolo alla Borsa di Sidney. Una speculazione finanziaria, insomma, che non comporterebbe affatto la riapertura delle miniere e perciò di nessun vantaggio economico ed occupazionale per la Valle….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’

pubblicità