I SINDACI DAL VESCOVO PER RISOLVERE IL PROBLEMA PROFUGHI. Luciano Trapletti: “Chiederemo una maggior distribuzione sul territorio, basta con le concentrazioni come Casazza”. INTANTO SPUNTA L’IPOTESI DI ALTRI 300 ARRIVI

38

Una rappresntativa dei sindaci della valle Cavallina, guidati dal presidente del Consorzio Luciano Trapletti, ha chiesto un incotnro personale con il vescovo Francesco Beschi. L’obiettivo è quello di risolvere il problema assembramenti di profughi, come il caso Casazza dove da ormai tre anni ci sono ben 100 profughi circa riuniti nell’ex casa di riposo. “Abbiamo chiesto al vescvo un incontro proprio per parlare di questa tematica – spiega Luciano Trapletti – la distribuzione dei profughi sul territorio per evitare grosse concentrazioni, il Caso di Casazza è il più eclatante in valle Cavallina ma ce ne sono ancora altri da risolvere, Monasterolo, San Paolo d’Argon.

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 2 GIUGNO

pubblicità