GROMO – Trovato senza vita il 68enne disperso da sabato

È stato ritrovato questa mattina, martedì 2 novembre, il corpo senza vita di Gianangelo Salvioni, il 68enne di Bergamo disperso da domenica 31 ottobre. Era uscito per un’escursione agli spiazzi di Gromo senza fare rientro a casa. I familiari hanno lanciato l’allarme e le ricerche sono partite immediatamente. Sul posto, nonostante il maltempo, sono intervenuti Soccorso alpino, Protezione civile, Vigili del fuoco, unità cinofile e molecolari che hanno perlustrato l’area dove nella serata di domenica è stata ritrovata l’auto.

Il ritrovamento è stato reso possibile soprattutto grazie all’impiego di sofisticate apparecchiature che si trovano a bordo dell’elicottero AW169 della Guardia di Finanza, presente oggi con cinque tecnici Sagf. Grazie a al meteo favorevole, il mezzo ha potuto effettuare il sorvolo che ha consentito di rintracciare il telefono del disperso. Importante anche l’intensa attività di ricerca portata avanti in questi giorni dalla VI Delegazione Orobica del Soccorso alpino, insieme con Carabinieri, Vigili del fuoco e la Protezione civile. Nella sola giornata di oggi erano operativi una trentina di tecnici del Cnsas, ieri in totale erano 75 i soccorritori impegnati nelle operazioni rese difficili dal maltempo. Secondo una prima ricostruzione della dinamica dell’incidente, l’uomo è scivolato in un canale tra Cima Avert e il Sentiero dell’orso, a circa 1700 metri di quota. Sul posto è arrivato anche l’elisoccorso di Areu – Agenzia regionale emergenza urgenza; il medico ha constatato la morte dell’uomo.