Grande festa per l’inaugurazione dell’ufficio di “Vivi Ardesio”, un “sogno che si avvera e una scommessa vinta”

ARDESIO

 

Grande festa per l’inaugurazione dell’ufficio di “Vivi Ardesio”, un “sogno che si avvera e una scommessa vinta

 

Sabato 8 aprile è stato inaugurato con grande solennità in piazza Monte Grappa ad Ardesio l’ufficio di “Vivi Ardesio”, il nuovo “Ente del Turismo per Ardesio”, alla presenza di autorità civili e

religiose, associazioni del territorio, numerosi cittadini e più di 70 ragazzi delle scuole medie. Si è trattato di una mattinata di festa per la comunità, che ha partecipato con curiosità ed emozione alla cerimonia di inaugurazione dell’ufficio, allietata dal Corpo Musicale di Ardesio. Prima del taglio del nastro e della benedizione degli spazi che hanno dato il via ufficialmente all’attività dell’ufficio, il presidente di “Vivi Ardesio” ha presentato l’associazione e ringraziato tutti coloro che hanno contribuito al progetto. “Già nello statuto della nostra Pro Loco c’era l’obiettivo dell’apertura di un ufficio turistico, oggi dopo oltre 60 anni raggiungiamo questo traguardo storico– ha dichiarato Simone Bonetti, presidente della Pro Loco Ardesio – e il compito di ‘Vivi Ardesio’ sarà ‘fare turismo’, mentre la Pro Loco continuerà ad organizzare eventi”.

“Sono orgoglioso di poter inaugurare e aprire al pubblico l’ufficio turistico – ha detto il presidente di ‘Vivi Ardesio’ Fabrizio Zucchelliun ufficio, presidiato da una persona fissa, che si occupi di promuovere Ardesio sul mercato turistico, oltre ad occuparsi dell’accoglienza di turisti, visitatori e pellegrini. E’ da un lato un sogno che si avvera e dall’altro una scommessa vinta”.

“Vivi Ardesio” si occuperà infatti dell’accoglienza di turisti e visitatori e soprattutto della promozione del turismo di eventi, di escursione e religioso, per Ardesio, Valcanale e tutte le frazioni e località del borgo seriano.

Abbiamo chiesto e ottenuto la collaborazione dell’Amministrazione comunale e della Parrocchia per l’apertura dell’ufficio, ma questo è solo un tassello di un progetto più ampio che vede l’utilizzo massiccio e proficuo dei più recenti strumenti di comunicazione e dei social media per promuovere il nostro paese e il nostro territorio e che vede un’attenzione particolare all’accoglienza, vera

carta vincente del turismo odierno”.

Da parte sua, il sindaco di Ardesio Yvan Cacciaha ringraziato la Pro Loco.

Ringrazio Simone Bonettinon solo per quello che ha fatto e che sta facendo con la Pro Loco, ma soprattutto per aver creduto in questo progetto; quello che nasce qui oggi è frutto della collaborazione tra l’Associazione, il Comune e la Parrocchia, una cosa che non ha eguali in

provincia. Ricordo poi che dietro a questo ufficio ci sono i cittadini e le associazioni; una comunità, quella di Ardesio – ha sottolineato il sindaco – che dovrà fare tanto in futuro per Ardesio. Anche l’Amministrazione darà la sua parte, con investimenti ad hoc per implementare le infrastrutture a favore del turismo”.

Bonettie Caccia hanno ricordato la trasversalità del progetto, iniziato con l’Amministrazione precedente, e che ha trovato l’accordo e la condivisione di maggioranza e minoranza.

Il consigliere regionale Roberto Anelliha parlato dell’importanza di “catturare i turisti e

continuare a promuovere le bellezze del territorio facendo rete”, mentre anche il presidente di Promo Serio Maurizio Forchiniha rimarcato l’importanza della collaborazione.

Erano presenti alla cerimonia anche Elisabetta Mangili, assessore al Turismo della Comunità Montana Valle Seriana, i sindaci e assessori di Castione della Presolana, Gromo e Songavazzo, il presidente del CAI Piermario Marcolin, gli ex presidenti della Pro Loco Ardesio, il parroco di Rovetta don Severo Fornoni(nativo di Ardesio) e l’ex parroco di Ardesio don Giuseppe Belotti. Presenti anche la studentessa dell’Università di Bergamo Alessia Gavazzeni, che ha sviluppato la tesi sul rilancio del Turismo religioso ad Ardesio accompagnata dal tutor Andrea Pozzi.

Al termine degli interventi, il parroco di Ardesio don Guglielmo Capitanioinsieme con don

Mario Belotti,cappellano del Santuario della Madonna delle Grazie, ha benedetto gli spazi del nuovo ufficio. In mattinata è stata anche siglata la convenzione triennale tra “Vivi Ardesio” e Comune, che prevede un contributo a favore dell’associazione di 15.ooo euro annui (era già

stato definito invece l’accordo triennale con la Parrocchia di 5.000 euro annui).