GORNO – QUARTO MANDATO PER CALEGARI – La sfida tra i due ‘pesi massimi’ della politica gornese finisce con una stretta di mano

 “Amministrative bagnate, amministrative fortunate”. Può dirlo a gran voce Giampiero Calegari che vede confermato il suo ruolo alla guida del Comune – e anche della Comunità Montana Valle Seriana – con la sua lista “Rinnovamento per Gorno” che ha raccolto 587 voti, pari al 60,64%, mentre quella del suo avversario Valter Quistini, “Progetto per Gorno”, ne ha raccolti 382, pari al 39,36%. Una competizione che gli ha fatto dimenticare il batticuore della scorsa tornata elettorale, quando aveva vinto solo per una decina di voti.

“Credo che gli elettori, che ringrazio di cuore, abbiano  tenuto conto dei risultati del quinquennio 

appena trascorso, la gran mole del lavoro fatto dalla mia compagine grazie anche alle mie preziose

‘ragazze’, insieme al programma elettorale che abbiamo presentato, oltretutto inserendo nella lista

cinque volti nuovi molto promettenti –  commenta ora il sindaco – Dunque possiamo andare avanti  con serenità a realizzare i molti progetti ancora aperti e programmandone di nuovi…

 

Pagellone

Gianpiero Calegari    voto 8

Rivince contro lo stesso avversario, una campagna elettorale tranquilla e la grande stretta di mano a spoglio finito a sancire che con il dialogo si va davvero lontano. Calegari, vecchio politico di razza lo sa, incassa anche l’appoggio esterno di Alex Borlini, ex presidente del Gal che la volta scorsa correva con Quistini e pesca anche dall’elettorato leghista che ufficialmente appoggiava l’altro lista

Walter Quistini voto 6,5

Perde con onore e a spoglio terminato stringe la mano a Calegari e va ai seggi a complimentarsi con i vincitori. Si riparte da dove si era rimasti, tra due pesi massimi, in tutti i sensi, dell’amministrazione locale

Augusto Poli  voto  5

Ha spinto per fare  una lista col simbolo, un harakiri di quelli che fanno male soprattutto se si aggiungono le pochissime preferenze che ha preso…

 

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 8 OTTOBRE