GORNO Luigi Furia e il suo alter ego

278

Caro direttore,

sono l’alter ego di Luigi Furia e le chiedo ospitalità per tranquillizzare il sindaco di Gorno sul fatto che l’ego sia più o meno super partes, dubbi esternati nell’ultimo numero da Giampietro Calegari e che potevano anche essere evitati. La prova si trovava sulla stessa pagina. Vede io ci vivo insieme da ormai ottant’anni e penso di conoscerlo bene, egli è uno spirito libero che ama dire pane al pane e vino al vino, ed ha come credo il “bene comune”. Per questo negli anni ha subito minacce, anche recenti, e danni, tra cui la distruzione di un’auto appena acquistata. E già che ci sono vorrei ricordare che la brillante idea di box privati in area pubblica è stata dall’amministrazione Calegari (2010), quindi il responsabile non può mascherarsi dietro “ad una scelta precisa dell’amministrazione precedente alla mia”. L’idea originale è stata “aggiustata” dall’amministrazione uscente (Quistini), dimezzandone i volumi, perchè la precedente aveva i connotati di un falso in atto pubblico..

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 9 SETTEMBRE

pubblicità