GORLAGO – Il 26 marzo la sentenza per Chiara, accusata dell’omicidio di Stefania Crotti, chiesto l’ergastolo

Il processo per il delitto di Gorlago prosegue. In Tribunale a Brescia il Pubblico Ministero Teodoro Catananti ha chiesto il carcere a vita per Chiara Alessandri, accusata di aver ucciso a martellate e poi aver bruciato e abbandonato il corpo di Stefania Crotti, moglie di Stefano Del Bello, con cui aveva avuto una breve relazione qualche mese prima. La presunta omicida, nel carcere Verziano di Brescia, ha sempre parlato di una lite degenerata, aveva spinto Stefania per difendersi e senza l’intenzione di ucciderla e poi negato di aver appiccato il fuoco. Ora è accusata di omicidio volontario, premeditato e pianificato tutto nei minimi particolari, dalla trappola per attirare la vittima in garage, fino alla soppressione del cadavere, ritrovato semi carbonizzato a Erbusco, in Franciacorta, a più di 20 chilometri da Gorlago (il caso è rimasto a Brescia proprio per competenza territoriale)….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 MARZO