GAZZANIGA – VERTOVA – 1921-2021. Il Cardinale Gusmini, 100 anni dopo

Il 24 agosto 1921 moriva il Cardinale Giorgio Gusmini, una delle più importanti personalità ecclesiastiche della Bergamasca. Nacque a Gazzaniga il 9 dicembre 1855, figlio di Santo e Maria Maddalena Cagnoni. Rimasto presto orfano di padre, trascorse l’infanzia a Vertova. Venne ordinato sacerdote a Roma il 1° settembre 1878. Tornato a Bergamo, svolse brevi incarichi di coadiutore a Songavazzo e a Vertova. In quegli anni don Giorgio Gusmini collaborò all’edificazione della chiesa dell’Immacolata (poi Madonna di Lourdes) e alle feste celebrate per il XVI centenario di San Patrizio. In campo amministrativo fu consigliere comunale a Vertova e consigliere provinciale. Si occupò anche della locale Congregazione di Carità. Dopo aver conseguito la laurea in Filosofia e Lettere all’Università di Padova (1882), fu insegnante presso il Collegio di Celana prima e presso quello di Sant’Alessandro in città poi. Fu arciprete di Clusone (1902-1909) e prevosto di Sant’Alessandro in Colonna a Bergamo (1909-1910). Nell’aprile 1910 Papa Pio X lo nominò Vescovo di Foligno (1910-1914), ricevendo la consacrazione episcopale nella mattinata del 16 maggio 1910 nel duomo di Bergamo. Il 3 settembre 1914 il Conclave eleggeva Papa l’Arcivescovo di Bologna Cardinale Giacomo Della Chiesa, il quale nel suo primo Concistoro elevava alla Cattedra di San Petronio il Vescovo di Foligno, Mons. Gusmini. Questi fece il suo ingresso solenne a Bologna il 20 dicembre 1914. Venne infine creato Cardinale da Papa Benedetto XV nel Concistoro del 6 dicembre 1915. IlCcardinale Giorgio Gusmini morì a Bologna alle ore 7 del 24 agosto 1921, festa di San Bartolomeo Apostolo….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 27 AGOSTO