GANDELLINO – MEMORIA – Lucio Fiorina raccontato dalla nipote Laura: “I tuoi ideali, la politica, la tua famiglia, i tuoi insegnamenti”

L’ultimo saluto a Lucio Fiorina, 84 anni, spentosi il 10 luglio nell’ospedale di Seriate, si è svolto il 13 luglio nel suo paese natale, con la partecipazione di numerosi sindaci della Valle ad onorare la memoria di un amministratore pubblico che al suo territorio aveva dedicato a lungo passione ed impegno, diventando una delle figure più rappresentative del mondo socio-politico locale e provinciale: “Un grande uomo politico  – lo definisce la nipote Laura Monteleonericco di ideali e di valori, sempre attento al Bene Comune, oltre che rinomato professionista col gusto del bello; ma per tutti noi semplicemente ‘zio Lucio’,  punto di riferimento per la sua famiglia e per noi nipoti, che ci portiamo dentro, insieme ai ricordi, i suoi insegnamenti che ci hanno formato aiutandoci a diventare le donne e gli uomini che siamo oggi.

Zio Lucio è stato, per noi e per tutti, l’esempio di una vita spesa bene, fatta di generosità, di altruismo, di cultura e di tanta dirompente gioia di vivere. Ora il naturale ciclo della vita ci ha portato a questo triste momento di distacco, ma noi sappiamo di dover essere forti, e soprattutto siamo consapevoli delle infinite cose belle vissute con lui ogni giorno, ogni attimo, ad ogni pranzo, ad ogni cena, ad ogni aperitivo insieme, nella certezza che con lui abbiamo vissuto in pienezza ogni secondo della nostra esistenza”.

A Lucio Fiorina i suoi Cari, nel momento dell’estremo saluto, hanno dedicato queste commoventi parole: “Caro zio, ci piace salutarti con queste tue frasi tratte dal tuo ultimo libro, ‘Le radici del Cattolicesimo Democratico in Italia’, che ben rappresentano e racchiudono la tua esistenza:  ‘Superata la soglia degli ottant’anni, ho avuto il tempo di riflettere su alcuni eventi storici che hanno attraversato e segnato la mia generazione..

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 23 LUGLIO