GANDELLINO – Ai Tezzi un’azienda agricola creata da Andrea e mamma Maria Luisa, produce da 20 anni miele, tra caramelle, liquori, creme, confezioni tutto a base di miele

809

Quella dell’Azienda Agricola Ronchello è un’avventura iniziata ormai una ventina di anni fa, quando Gianfranco Risi, milanese, affezionato frequentatore dell’Alta Valseriana dove trascorreva con la famiglia le vacanze fin dal 1983, decise di dar vita ad un progetto agricolo:

 

“Papà aveva capito le potenzialità della zona dei Tezzi Bassi di Gandellino e voleva  valorizzarne il territorio – dice il figlio Andreae così cominciò a produrre miele artigianale pregiato con l’aiuto indispensabile della moglie, Maria Luisa De Stefano la quale, appassionata di erbe officinali, condivideva in toto il suo amore per la natura e per il mondo meraviglioso delle api, che sono insetti di straordinaria generosità”.

 

Andrea si aggiunge ben preso ai genitori, senza rimpiangere una carriera di architetto già ben avviata: dapprima dà una mano in azienda a livello di hobby, ma poi decide di lasciare il suo studio milanese e di partecipare a tempo pieno alla nuova impresa:

 

“Decisi di ritornare alla terra e di investire tutto nell’azienda agricola, che mi permette di esprimere al meglio e di sviluppare ulteriormente la mia passione per le api e di vivere e lavorare a contatto con la natura”.

 

Naturalmente il suo impegno totalizzante nella produzione di miele comporta anche difficoltà e problemi, ma Andrea non demorde:  la sua attività, che è perfettamente inserita nel contesto ambientale e sempre aperta ai visitatori che possono rendersi conto di persona del lavoro e seguirne le varie fasi, è diventata un volano anche per il turismo:

 

“Mi sono inventato anche alcune iniziative promozionali originali, come l’invito ad ‘adottare’ un’arnia: chi lo fa riceve un apposito attestato, viene spesso a trovarci portandosi al seguito parenti ed amici i quali non solo fanno acquisti ma trovano poi ospitalità nei ristoranti e negli alberghi della zona, creando una ‘rete’ di rapporti che funziona e che senz’altro valorizza il territorio, scopo questo affatto secondario della nostra attività. I visitatori e i clienti si affezionano a questi luoghi perché ci trovano quello che cercano, soprattutto semplicità ed autenticità, oltre ad una gamma di prodotti che via via si è andata ampliando e specializzando”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 21 OTTOBRE

pubblicità