Fondi Bim OGLIO: dove e a chi vanno i soldi? Tablet, aiuti all’asilo, divise per la banda, giochi a molla… Il presidente è di Vilminore, i due consiglieri di Bianzano e Solto Collina

Tablet per presidente e consiglieri. Giochi per asili. E pioggia di finanziamenti per tre Comuni in particolare, guarda caso tutti e tre i Comuni sono quelli che decidono a chi vanno i fondi.

Succede nel Bim dell’Oglio bergamasco dove il presidente è Giovanni Toninelli (Vilminore di Scalve) e i consiglieri Laura Capoferri (Solto Collina) e Matteo Bertoletti (Bianzano). E spulciando le delibere se ne vedono di tutti i colori, anzi di tutti i… soldi. Ma prima di infilarci nelle delibere votate dai tre rappresentanti partiamo dall’inizio, e cioè dall’art 2 dello Statuto che parla dello Scopo del Bim: “Il Consorzio ha lo scopo di provvedere all’incasso, amministrazione ed all’impiego del fondo comune, che gli è attribuito ai sensi dell’art. 1 della Legge 27/12/1953 nr. 959, mediante esecuzionidiretta o indiretta di opere pubbliche o di pubblica utilità, a beneficio di tutti i Comuni costituenti il Consorzio o finanziamento di interventi o investimenti intesi a favorire il progresso economico e sociale delle popolazioni dei Comuni consorziati, in relazione ai bisogni delle singole zone e ai danni da esse subiti in conseguenza della derivazione (art. 1 comma 13 legge 27/12/53 n. 959).Esso, inoltre, provvede all’impiego dell’energia elettrica spettante ai sensi dell’art. 3 della citata Legge”. E allora spulciamo questi finanziamenti destinati alla… pubblica utilità, alle opere pubbliche e al territorio sempre… naturalmente in relazione ai bisogni delle singole zone e ai danni…

Cominciamo dalla delibera dove i tre del Cda si assegnano un tablet Galaxy Samsung a testa, dal valore di 399,30 euro ciascuno. Naturalmente ‘stabilito che il tablet 10 pollici risulta migliore del 7 per la lettura delle mail nonché per la fruibilità dei testi’ e per quanto riguarda la motivazione la relazione ‘del Presidente che evidenzia la necessità per i membri del Consiglio Direttivo di corrispondere con l’ufficio ogni qualvolta si presentasse la necessità nonché l’opportunità per gli stessi di conservare nella loro disponibilità immediata la documentazione relativa agli atti del consorzio utile allo svolgimento del loro mandato’. Insomma, lo facciamo per voi cittadini.

E poi c’è la questione Asilo di Vilminore (…)

SU ARABERARA IN EDICOLA PAG. 5