Fardelli Giuliano & C… 40 anni e non sentirli

200

L’azienda Fardelli Giuliano & C. è una delle realtà economiche più conosciute dell’Alto Sebino. Quando è nata la vostra azienda? E quale è stato il suo processo di crescita nel corso dei decenni?

L’azienda è nata 40 anni fa, nel settembre del 1981. Inizialmente era una piccola ferramenta ed utensileria nei locali sotto il Condominio Le Betulle a Rogno. Giuliano Fardelli, titolare insieme ai fratelli Ernesto, Gian Marco, Guido, Maurizio e Ottorino, si occupava dell’amministrazione, seguendo gli acquisti e gli ordini dei clienti. Pian piano il volume d’affari è cresciuto, pertanto c’era la necessità di avere spazi più ampi per contenere tutti gli articoli necessari. E’ così che nei primi anni Novanta è iniziata la costruzione dell’edificio a Rogno dove ancora oggi si trova la sede con gli uffici amministrativi e una vasta esposizione di articoli di ferramenta, utensileria, abbigliamento da lavoro, porte, stufe, barbecue, attrezzature per il giardinaggio, ed elettrodomestici. Successivamente, nel 1996, è stata aperta una filiale a Clusone e nel 2005 una filiale a Palosco; attualmente l’azienda è composta da 16 dipendenti dislocati nei vari punti vendita. Nell’organico, oltre a Giuliano, sempre presente in azienda e figura carismatica ed energica, si sono poi inseriti anche i figli, Renato e Simona, che si occupano degli acquisti e della gestione amministrativa”.

Avete anche dovuto superare momenti di crisi? “Dalla nascita ad oggi l’azienda è sempre cresciuta anche se ha risentito dei periodi di crisi del mercato edile soprattutto negli anni successivi al 2010 dove il fatturato ha subito dei cali importanti; negli ultimi anni invece è in continua crescita nonostante la crisi causata nel 2020 dalla pandemia che ha costretto alla temporanea chiusura dell’attività”.

Rispetto al momento della nascita della vostra ditta, come è cambiato il modo di lavorare? “Il modo di lavorare è completamente cambiato rispetto ai primi anni soprattutto con l’avvento dell’informatica, mentre inizialmente era tutto svolto a mano adesso tutto il procedimento, dal preventivo alla fatturazione, è gestito telematicamente. Anche i fornitori sempre più spesso chiedono l’utilizzo dei loro portali per gestire i preventivi e gli ordini”.

SUL NUMERO IN EDICOLA DAL 17 DICEMBRE

pubblicità