Lovere, il Borgo della Luce… dove la tv si fa pop art

    52

    Lovere, una stella che brilla tra “I Borghi più Belli d’Italia”, si prepara a diventare per la quindicesima volta “Il Borgo della Luce”, rendendo omaggio alla televisione italiana nel settantesimo anniversario dell’avvio della sua prima trasmissione.

     

    Lovere celebra l’importanza che questo strumento ha rivestito e ancora oggi riveste nella nostra cultura e nella vita di ognuno di noi. Il tutto mediante un viaggio nella storia di questa grande invenzione, patrimonio dell’intera nazione, che ha rivoluzionato il mondo della comunicazione e non solo.

    Protagonista dell’evento culturale in programma dal 22 giugno all’8 settembre, sarà la televisione contemporanea con alcuni dei volti più noti del panorama televisivo e un particolare omaggio a Raffaella Carrà e a Mike Bongiorno. Il progetto includerà una suggestiva proiezione artistico-scenografica a tema su oltre 10.000 mq di edifici della cittadina, con opere realizzate dal maestro Marco Lodola, e una vivace mostra dedicata alla TV allestita presso l’Atelier del Tadini di Lovere con opere dell’artista Sasha Torrisi.

    “Lovere, Il Borgo della Luce… dove la TV Si Fa Pop Art” offrirà una straordinaria esperienza visiva e culturale. Gli edifici storici del borgo antico prenderanno vita con giochi di luce, illuminazioni artistiche e proiezioni d’arte che si trasformeranno in tele luminose riflettendosi nelle acque del lago.

    Per il terzo anno consecutivo la parte artistica è realizzata in collaborazione con l’artista della luce Marco Lodola. “Ho rappresentato alcuni volti che sono ormai icone dell’immaginario popolare, personaggi anche attuali portati al futuro della Rai stessa. Un’esperienza bellissima, luminosa e indimenticabile. Spero che quest’anno la nostra luce e i colori portino la positività e pace di cui tutti abbiamo bisogno.” – racconta Lodola.

     

    “Lovere, il Borgo della Luce…dove la TV si fa Pop Art” prenderà il via sabato 22 giugno (in caso di maltempo l’inaugurazione verrà rimandata a domenica 23) con “La Notte Romantica”, l’evento promosso a livello nazionale dall’associazione de “I Borghi più belli d’Italia” per celebrare l’amore, il romanticismo e l’arrivo del solstizio d’estate”.

    Il ricchissimo programma prevede una serie di eventi imperdibili dal tardo pomeriggio. In Piazza Tredici Martiri, DJ Laura Basile di Radio Number One allieterà il pubblico con musica live e dediche romantiche. Nella splendida Piazza Vittorio Emanuele II, situata nel centro storico, Oscar Strizzi incanterà i presenti con il suo spettacolo di Sand Art e Ombre Cinesi.

    La serata offrirà anche l’opportunità di visitare la Galleria dell’Accademia Tadini, che resterà aperta in via straordinaria fino alle 21. Nel frattempo, il Silence Teatro presenterà una suggestiva performance a bordo della motonave storica “Capitanio”, nello spazio d’acqua antistante Piazza Tredici

    Martiri, Via Tadini e Piazza Garibaldi. La Torre Soca sarà animata dall’intrattenimento musicale di Roberta Selva.

    Il preludio dell’evento si terrà presso l’Accademia Tadini con l’appuntamento del Festival “Onde Musicali sul lago d’Iseoalle 17:30, eseguito da Fabio Bossi, seguito dalla visita tematica “Omnia Vincit Amor” dalle 18:30 alle 20.

    Il momento clou sarà alle ore 22 con l’accensione dell’illuminazione artistico scenografica 2024 accompagnata e seguita dal concerto del celebre pianista Davide Locatelli in Piazza Tredici Martiri.

     

    Dalle ore 19.00 presso la libreria Mondadori si terrà l’iniziativa “Spegni il cellulare e accendi l’amore per la lettura”. Dalle 20.30 alle 22.30 saranno aperte al pubblico gratuitamente anche la Torre Civica e la Basilica di Santa Maria in Valvendra. Sarà inoltre possibile scoprire Lovere by night grazie ad una visita guidata da prenotare all’Infopoint al numero 035 962178.

     

    Il Borgo della Luce prosegue fino all’8 settembre.

    Nel mese di luglio, legate a questo progetto, si terranno due iniziative di grande rilievo. Dal 24 luglio all’8 settembre, presso l’Atelier Tadini, sarà allestita una mostra dedicata agli anni 70 anni della TV, con le opere di Sasha Torrisi, musicista che, oltre a essere chitarrista, ha sempre coltivato anche l’arte pittorica, crescendo al fianco di Marco Lodola. La mostra sarà un viaggio attraverso i suoi ricordi più belli, con opere pittoriche di pop-art che raccontano la storia della televisione, tra cui il primo evento trasmesso in diretta, lo sbarco sulla Luna, e riferimenti ad icone come Elvis Presley e Domenico Modugno.

    Inoltre, il 27 luglio presso Basilica di Santa Maria in Valvendra andrà in scena “Una ballata per Chiara”, un evento dedicato alla patrona delle comunicazioni, Santa Chiara, con la partecipazione dell’attrice di Zelig, Ippolita Baldini. Attraverso la leggerezza e la vivacità del suo stile comico-teatrale, la Baldini porterà i presenti in un viaggio divertente e commovente attraverso la vita di Chiara d’Assisi. Questo spettacolo non è solo un ritratto della figura storica di Chiara, ma anche una riflessione sulle sue scelte spirituali e il suo impatto sulla storia. La scelta di Baldini come interprete di Chiara sottolinea in modo significativo il legame tra la TV e la spiritualità, unendo due mondi diversi in un’esperienza unica e coinvolgente.

    In occasione della Notte Romantica del 22 giugno il lungolago di Lovere sarà chiuso al traffico delle auto dalle 20:30 alle 24:00 circa.

     Lovere Il Borgo della Luce e la mostra di Sasha Torrisi sono realizzati grazie al contributo erogato da Regione Lombardia nell’ambito del bando “Ogni Giorno in Lombardia”.

    Per maggiori informazioni sul progetto “Lovere, il Borgo della luce” e per rimanere aggiornati sulle altre iniziative in programma durante l’estate è possibile seguire i profili social @lovereeventi su Facebook e Instagram e visitare il sito lovereeventi.it.

    LOVERE, IL BORGO DELLA LUCE – STORIA

     

    Nato per valorizzare le bellezze architettoniche, storiche ed artistiche di Lovere, il progetto “Lovere, il Borgo della luce” ha saputo creare sin dalla sua prima edizione nell’estate del 2016 un’atmosfera incantata nella quale le opere d’arte proiettate su oltre 10.000 mq di edifici della cittadina hanno acquistato nuova vita e dimensione trasmettendo al tempo stesso nuove prospettive e vedute del Borgo antico, fra i più belli d’Italia; colorando gli storici palazzi del paese, che si riflettono di nuova luce nelle acque del lago, l’Amministrazione comunale ha voluto così regalare meraviglia e nuove emozioni a residenti e turisti. Si tratta infatti non solo di effetti luminosi, ma di un percorso artistico che bene si inserisce nella ampia tradizione culturale della cittadina.

    Il progetto si è attestato sin dall’inizio fra gli eventi più importanti del lago d’Iseo, richiamando nella cittadina un crescente numero di turisti da tutta la Lombardia e dal nord d’Italia. “Lovere, il Borgo della Luce” si svolge nel corso dell’anno nei periodi estivo e invernale e si caratterizza per le tematiche di grande richiamo di volta in volta proposte (opere dell’artista Giampaolo Talani, di Giorgio Oprandi, immagini dei campioni del ciclismo in occasione della partenza da Lovere della 16^ tappa del 102° Giro d’Italia, capolavori romantici di Gustav Klimt, Antonio Canova, Francesco Hayez, oltre che dell’artista americano Robert Duncan.

     

    MARCO LODOLA

     

    Il Maestro Marco Lodola, definito anche “l’artista della luce”, è fra gli artisti contemporanei italiani più celebri ed influenti, conosciuto a livello internazionale, che nella sua lunga carriera ha esposto le sue opere d’arte prestigiosi luoghi pubblici e gallerie d’arte internazionali e ha realizzato numerose opere d’arte dedicate ai personaggi più iconici della TV. Dopo il grande successo riscosso dai progetti firmati Marco Lodola proposti nell’estate 2022 e in quella dell’anno seguente, l’Amministrazione comunale ha accolto con entusiasmo la proposta del “maestro della luce” di realizzare ex novo la prossima edizione del progetto con i capolavori da lui creati, a suggello del forte sodalizio iniziato post pandemia. L’obiettivo rimane inalterato: avvicinare a Lovere un pubblico sempre più vasto ed internazionale mediante l’arte, la cultura… e la luce.

    Fra i fondatori e maggiori esponenti del Movimento del Nuovo Futurismo, Lodola esprime la magnificenza della sua arte attraverso la luce, vero e proprio strumento per dipingere e rappresentare la realtà e infrangere il buio. L’arte, in questo modo, diventa pop attraverso sculture luminose fatte di materiali plastici sagomati e colori decisi in grado di creare una magia e una musica che si accendono all’improvviso trasformando luoghi e piazze, ma anche palchi prestigiosi come quello di Sanremo.

    Per approfondimenti: https://marcolodola.com

    Nell’ambito della politica di sostenibilità ambientale promossa dall’Amministrazione comunale, che nel 2015 ha portato al conseguimento della certificazione EMAS, l’edizione estiva 2024 del

    progetto presterà particolare attenzione al risparmio energetico confermando l’utilizzo di macchinari a led di ultima generazione più performanti e a basso consumo.

    MOSTRA – POPVISION70

    DAL 24 LUGLIO AL 8 SETTEMBRE – ATELIER DEL TADINI

    POPVISION70: QUEL SOGNO AD OCCHI APERTI USCITO DA UNA SCATOLA MAGICA

     Il viaggio di Sasha nella storia della tv italiana

    Questa mostra è la mappa di un viaggio che ci ha guidato per 70 anni. L’artista Sasha Torrisi rende omaggio alla TV italiana con le sue opere d’arte dedicate ai programmi e ai personaggi più significativi. Un racconto che parte dal 3 gennaio 1954 e si sviluppa attraverso avvenimenti importanti che hanno fatto la storia della televisione, come la prima pubblicità comparsa nel 1957 con Carosello, il primo grande evento mediatico mondiale – lo sbarco sulla Luna – e il ritratto di personaggi iconici come Raffaella Carrà e le gemelle Kessler, fino ai cartoon che hanno accompagnato l’infanzia dell’artista.

    POPVISION70 non è solo una mostra sulla TV, ma una vera e propria esperienza che porta il visitatore a rivivere quegli anni e a ricordare i personaggi e i programmi televisivi più cari. L’allestimento si snoda tra numerosi dipinti fluo, ceramiche di Nove, oggetti cult e racconti della TV di quegli anni.

    Un elemento di grande interesse sarà l’opera luminosa di Marco Lodola, creata dal Maestro e ispirata al Monoscopio di Sasha Torrisi. Il percorso espositivo sarà reso ancora più suggestivo dalla possibilità di ammirare le opere in due modalità diverse: al naturale, o evidenziando la speciale vernice fluorescente utilizzata dall’artista. Il visitatore potrà vivere un’esperienza nell’esperienza, puntando la luce della speciale torcia fornita all’ingresso per scoprire una nuova versione delle opere, ancora più pop.

    pubblicità