ENTRATICO – Don Luigi Mazza, le ‘cinque stelle di Entratico’ e il vespino tricolore

423

Fra pochi giorni avrebbe compiuto 82 anni, ma a fine agosto se n’è andato, raggiungendo la ‘Casa del Padre’ dopo una lunga malattia. Da mesi don Luigi Mazza viveva infatti nella Pia Fondazione Piccinelli di Scanzorosciate, grande casa di riposo in cui sono ricoverati anche diversi preti anziani e malati, oltre ai ‘laici’. Ma, fino a quando la salute gliel’ha concesso, ha prestato il suo servizio come collaboratore pastorale della Parrocchia di Entratico, il suo paese natale.

La sua scomparsa ha colpito non solo i suoi compaesani, ma anche le comunità che lo hanno conosciuto come pastore, in particolare quella di Bolgare, di cui è stato prevosto per ben 29 anni, e quella di Nembro, dove è stato coadiutore parrocchiale per sei anni.

E proprio nella cittadina seriana si ricordano ancora quando, 40 anni fa, don Lugi aveva dipinto il suo vespino con i colori della bandiera dell’Italia dopo il trionfo degli Azzurri agli indimenticabili Mondiali del 1982….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 9 SETTEMBRE

pubblicità