ENDINE – Il ricordo di Stocchi: “Una vita per i ragazzi del paese. Mai sopra le righe, un esempio per tutti”

Mansueto Stocchi a Endine non se ne andrà mai. Perché quando si entra nel cuore della gente si rimane per sempre. Ecco il ricordo della Polisportiva: “ “Era il 1957 quando il Signor Stocchi si avvicinava in punta di piedi al calcio endinese. Ben sessantaquattro anni di impegno su base esclusivamente volontaria hanno fatto si che di questo sport sia diventato una Bandiera. Quanti ricordi mi racconta l’amico PEZZETTI ROMANO, ancora accompagnatore della nostra squadra Esordienti come lo è stato il Signor Stocchi sino al giugno ultimo scorso e come sarebbe stato alla ripresa degli allenamenti.  Negli anni sono cambiati i campi su cui si son disputate le partite, son cambiate le amministrazioni e le Società sportive che hanno promosso l’attività calcistica. Ma il Signor Stocchi, è sempre stato presente. Che fosse all’allenamento o alle partite dei piccoli del settore giovanile o dalla tribuna ad incitare la prima squadra, Lui c’era sempre; al punto tale che quando non lo si vedeva anche i tifosi avversari chiedevano di lui. Il tempo libero, e non solo, speso per la sua grande passione. Una passione che non era legata necessariamente al risultato sportivo ma bensì alla crescita sana, fisica e morale dei ragazzi. Quanti ne ha visti crescere con un approccio sempre paterno, fiducioso, sorridente. Una figura che trasmetteva serenità, un esempio di coerenza e d’impegno, un Uomo d’altri tempi si direbbe oggi che di Uomini così è difficile trovarne.  Mai una discussione sopra le righe, consigli e suggerimenti sempre disinteressati, grande rispetto per tutti, entusiasmo e voglia di vivere. …

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 27 AGOSTO