ENDINE GAIANO – Il sindaco, la questione medici di base e i nuovi defibrillatori donati dalle aziende

191

La questione medici ha tenuto banco per parecchi mesi a Endine e continua a farlo. La soluzione definitiva non è ancora stata trovata. “Stiamo ragionando da tempo per trovare degli spazi idonei in funzione di un eventuale arrivo di un medico – spiega il sindaco Marco Zoppetti – e la soluzione che abbiamo ipotizzato è al centro sportivo, che è di nostra proprietà. Avremmo voluto ragionare insieme ai medici stessi per valutare le loro esigenze, ma il medico che sembrava essere interessato ha invece optato per il Trentino e quindi per il momento si è fermato tutto. L’allestimento dei locali non richiede comunque molto tempo e qualora si presentasse la necessità, saremmo pronti ad intervenire. Abbiamo contattato alcuni medici, ma ad oggi non c’è disponibilità e questo è un grosso problema. Chi era senza medico ha trovato delle soluzioni tampone che sono quelle di recarsi nei paesi vicini e diciamo che adesso si è raggiunto un equilibrio, i due medici presenti sul territorio, avendo aumentato il tetto dei pazienti arrivando a 2000 hanno sopperito alla carenza ma in prospettiva anche il dottor Zambetti andrà in pensione…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 LUGLIO

pubblicità