Dispersa nel Lago d’Iseo: una raccolta fondi per le ricerche di Chiara Lindl

594
chiara lindl

E’ stata attivata una raccolta fondi per finanziare le ricerche di Chiara Lindl. Dal 1° settembre non si sa più nulla della 20enne tedesca dispersa nel Lago d’Iseo, al largo di Pisogne. Così i genitori hanno lanciato una raccolta fondi online attraverso la piattaforma Gofundme per finanziare le ricerche del Gruppo volontari del Garda che ha spiegato che “fino al 9 novembre, sono 240 le ore impiegate in 22 giornate di lavoro con più di 800 calate sonar eseguite e oltre 50 target visionati con il Rov”. La raccolta fondi in tre giorni ha già superato i 13mila euro.

Questo il testo scritto dalla famiglia per chiedere aiuto e sostenere le ricerche di Chiara Lindl: “Nostra figlia di 20 anni ha festeggiato il compleanno di un’amica con un gruppo di amici durante un giro in motoscafo. È stata una calda serata sul Lago d’Iseo in Italia quella che ha tragicamente posto fine alla vita di nostra figlia Chiara Mercedes Lindl. Da quel momento nulla è stato più come prima. Il 1° settembre 2023 è per noi il giorno peggiore di sempre. Con questo appello per le donazioni vorremmo sostenere la squadra italiana di ricerca volontari del “Gruppo Volontari del Garda” nel loro instancabile impegno per riportare a casa nostra nostra figlia Chiara. Chiara era un raggio di sole, popolare, divertente e cosmopolita. Voleva studiare filosofia. Era un’ottima ascoltatrice, amava suonare il piano, ballare e gli animali. Ha mosso i primi passi verso l’indipendenza e si è trasferita nel suo primo appartamento tre settimane prima dell’incidente. Era semplicemente una persona felice. Quella sera Chiara era a prua del battello da diporto in movimento e all’improvviso cadde in acqua. Il suo difetto è che era davanti, la barca si muoveva, era già buio e l’acqua in quel punto era molto profonda. Nonostante la massiccia operazione delle forze dell’ordine e dei soccorritori, Chiara non è stata ancora ritrovata. L’hanno cercata con elicotteri, barche, sommozzatori, sonar e telecamere subacquee. Centinaia di punti sono stati contrassegnati dal dispositivo sonar come possibili posizioni e poi perquisiti nell’acqua con le telecamere. Il problema è che non sappiamo esattamente dove fosse il luogo dell’incidente e che lì l’acqua è molto profonda, tra i 100 ei 130 metri. Nei pressi del luogo dell’incidente, un fiume sfocia nel lago e porta con sé un’incredibile quantità di materiale organico, come alberi e rami. Il legno assorbe l’acqua e dopo un po’ affonda sul fondo. Ciò rende la ricerca incredibilmente difficile. Inoltre, a causa della foce del fiume, l’acqua in profondità è molto torbida e lì la visibilità è limitata. La ricerca è quindi molto lenta. Le forze di ricerca statali hanno terminato le ricerche alla fine di settembre. Ma i volontari del Gruppo Volontari del Garda stanno ancora cercando! Hanno l’attrezzatura necessaria, esperienza decennale, conoscono molto bene il lago e sono coinvolti in ogni ricerca di persone scomparse. E vedi ancora una possibilità di trovare Chiara. Ci hanno fatto una promessa sul posto: “Continueremo a cercare tua figlia finché non la troveremo e potremo restituirtela.” Noi ci crediamo. Siamo incredibilmente grati a questi aiutanti che usano il loro tempo libero e il proprio denaro per garantire che le famiglie come noi abbiano ancora la speranza di poter seppellire a casa i loro cari tragicamente feriti. La ricerca va avanti da molto tempo e vorremmo chiedere a voi tutti carissimi, di sostenere con questa donazione i ricercatori della squadra di soccorso volontario del “Gruppo Volontari del Garda”. I volontari coprono tutti i costi con i loro fondi privati, le riparazioni di attrezzature come sonar, fotocamere subacquee, barche e la loro manutenzione e gasolio per le barche. L’intera donazione, anche se Chiara non verrà ritrovata, andrà a questa organizzazione. In questo modo, noi e voi, in definitiva, aiutiamo le future vittime e le famiglie. Condividi la chiamata sui tuoi canali social o inviala via email. Se desideri utilizzare il bonifico bancario come metodo di pagamento, utilizza il seguente IBAN.

Irene Lindl

IBAN:DE57 2004 1111 0845 5875 00

BIC:COBADEHDXXX

Scopo: Donazione Iseo

Grazie

Famiglia Lindl”.

pubblicità