Diana, dalla chat della madre l’ombra di abusi sessuali

219

Posso baciare anche lei?“, “Lo farai“. E’ il contenuto dei messaggi, scambiati in una chat lo scorso marzo, che gli inquirenti ipotizzano nuove accuse per Alessia Pifferi, la madre della piccola Diana, lasciata morire di stenti a luglio.

Il pm Francesco De Tommasi configura l’ipotesi di atti sessuali con minorenne nei confronti della donna, Alessia Pifferi, e di un 56enne bergamasco, residente a Cenate Sopra. E’ scattata quindi una perquisizione nei confronti dell’uomo nella mattinata di martedì 25 ottobre dagli investigatori della squadra Mobile. Questa nuova accusa nasce dall’analisi delle chat contenute nel cellulare della 37enne con alcuni uomini da cui emergerebbe l’organizzazione di prestazioni sessuali dietro compensi.

pubblicità