Dal Mise 60 milioni di euro per il settore eventi, wedding e intrattenimento

Covid. Frassini (Lega): “Dal Mise 60 milioni per imprese del settore eventi come richiesto da emendamento Lega al Sostegni bis. Settore importante da sostenere dove lavorano soprattutto giovani e donne”
Contributi a fondo perduto di 60 milioni di euro per le imprese del settore eventi – wedding, intrattenimento e Ho.Re.Ca (hotellerie-restaurant-catering) – duramente colpite dall’emergenza Covid.
“Lo prevede – dichiara la deputata bergamasca Rebecca Frassini membro della Commissione Bilancio alla Camera – il decreto del ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti che rende operativa la misura introdotta dal decreto Sostegni bis. Questo rappresenta un grande successo della Lega: era nostro l’emendamento al Sostegni bis che chiedeva un impegno di 60 milioni per le imprese operanti nel settore Wedding, Horeca e intrattenimento particolarmente colpite dai vari lockdown”.
Il ministero fa sapere in una nota che si tratta di una misura destinata per: 40 milioni al settore del wedding; 10 milioni al settore – diverso dal wedding – dell’intrattenimento, dell’organizzazione di feste e cerimonie; 10 milioni al settore dell’hotellerie-restaurant-catering (Ho.Re.Ca.). Potranno richiedere il contributo le imprese che nell’anno 2020 hanno subito una riduzione del fatturato non inferiore al 30 per cento rispetto a quello del 2019.
“Ringraziamo – conclude Rebecca Frassini- il ministro Giancarlo Giorgetti per questo provvedimento di sostegno per tutte quelle imprese che svolgono attività’, dalle cerimonie agli eventi, che sono state tra le più’ penalizzate durante l’emergenza Covid, si tratta di aziende che hanno visto crescere sempre nuove professionalità e dove vengono occupati soprattutto giovani e donne”. Il decreto, firmato anche dal ministro dell’Economia e delle finanze, e’ stato inviato alla Corte dei Conti per la registrazione. Le imprese interessate potranno presentare domanda direttamente all’Agenzia delle entrate, con le modalità’ e nei termini che saranno stabiliti da un suo prossimo provvedimento. I contributi verranno accreditati direttamente sul conto corrente indicato dal richiedente.