SOLTO COLLINA – 15 anni di oratorio. Don Lorenzo: “100 ragazzi per 2700 abitanti, il nuovo campo sintetico, il mutuo da pagare e l’entusiasmo della gente”

294

Don Lorenzo Micheliè alle prese con la festa dell’oratorio, San Giovanni Bosco ma anche e soprattutto i 15 anni dell’inaugurazione. La data è quella del 3 febbraio per un oratorio sempre in fermento: “E’ stato inaugurato dal Vescovo Roberto Amadeiall’Epifania del 2004– racconta Don Lorenzo, l’Arciprete di Solto Collina  – sono passati 15 anni, e l’oratorio funziona bene, soprattutto sul fronte accoglienza, è un bell’oratorio, grande, spazioso e funzionale”. Don Lorenzo è qui da 4 anni e sono tantissime le iniziative sinora organizzate: “La catechesi e il Cre per Solto Collina, Riva di Solto, Zorzino ed Esmate sono tutte qui, abbiamo un centinaio di bambini e ragazzi dalla prima elementare alla seconda Media e poi c’è la catechesi per gli adolescenti a ma fronte di una popolazione di 2700 abitanti non sono tantissimi, purtroppo il calo dei ragazzi è generalizzato in tutte le zone”. L’oratorio era stato realizzato da Don Antonio Fedrighini, l’Arciprete che ha preceduto don Lorenzo: “Avevano chiuso l’oratorio che era nel centro del paese perché inagibile– continua don Lorenzo – e dopo una riflessione comunitaria si è deciso di acquistare il vecchio parco hotel che c’era in paese e che era chiuso e di trasformarlo nel nuovo oratorio…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 25 GENNAIO

pubblicità