CREDARO – Il Vescovo Beschi, la Madonna di Lourdes e quella celebrazione toccante a Credaro. La sindaca Bellini: “Preoccupazioni e gioia riposta nel cuore della Madonna”

“Sotto la tua Protezione cerchiamo rifugio Santa Madre di Dio”

Ogni anno, ma quest’anno in modo particolare siamo corsi dalla nostra Madonna di Lourdes portando al suo cospetto tutte le nostre preoccupazioni ed anche le nostre gioie.

Lei è la “casa” di tutti i nostri cuori.

In tempo di COVID tutto ciò è stato possibile grazie al grande impegno dei numerosi volontari che hanno gestito viabilità, accessi alle funzioni e visite alla statua della Vergine Maria.

Vi siamo immensamente grati come siamo riconoscenti a Don Giovanni per quanto organizzato e realizzato.

Un grazie al Vescovo Francesco Beschi, al Vescovo Carlo Mazza, al Presidente della Provincia di Bergamo Gianfranco Gafforelli oltre che agli amici Sindaci che, presenziando, hanno condiviso con la comunità credarese l’importante giornata.

La giornata che si sta per chiudere rimarrà custodita per sempre nel cuore di ciascuno di noi.”

Con questo pensiero Adriana Bellini, Sindaco di Credaro, cala sui social il sipario su quella che per Credaro è considerata la “Festa” per eccellenza: la Madonna di Lourdes.

La festa mariana a Credaro affonda le proprie radici nell’anima più profonda e devota della comunità che, il 7 agosto 1873, fece voto per ottenere per mezzo di Maria la pioggia necessaria altrimenti la campagna sarebbe stata perduta.

La pioggia arrivò e, da quel giorno, i Credaresi riconobbero in Maria di Lourdes la loro protettrice speciale, tanto che, il 10 febbraio 1874, si benediva in Credaro la prima cappella della Diocesi di Bergamo dedicata alla Madonna di Lourdes.

Dal tempo del voto e della costruzione della cappella, le tappe salienti legate al piccolo santuario mariano, che sorge in fianco alla Chiesa Parrocchiale di Credaro, possono essere così identificate:

8 agosto 1875 – benedizione delle statue di Maria e di Bernadette da collocare nella grotta;

15 e 16 luglio 1923 – grandi celebrazioni per il cinquantenario del voto e dell’erezione del santuario…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 19 FEBBRAIO