Covid, il coprifuoco slitta alle 23, abolito dal 21 giugno. Ecco le proposte di Draghi su matrimoni, palestre, ristoranti

Dalle 23 del 18 maggio il coprifuoco slitta alle 23, dal 7 giugno a mezzanotte, dal 21 giugno sarà abolito: queste le indicazioni della cabina di regia del governo sulle riaperture. Il governo guidato da Mario Draghi accelera i tempi per il varo del nuovo decreto che prevederà una serie di allentamenti delle misure in atto per contrastare la pandemia di Covid.

A breve si terrà un Consiglio dei Ministri, che dovrà discutere le nuove misure.

Queste, intanto, le proposte uscite dalla cabina di regia:
– Coprifuoco: slitta alle 23 da domani sera, dal 7 giugno a mezzanotte, dal 21 giugno abolito. Nelle regioni bianche abolito il coprifuoco dal primo giugno;
– matrimoni: il 15 giugno via libera all’aperto e al chiuso con «green pass»;
– palestre: apertura dal 24 maggio;
– sale gioco: apertura dal 1 luglio;
– piscine al chiuso: apertura dall’1 luglio;
– centri commerciali aperti dal prossimo weekend;
– bar: si potrà consumare al bancone dall’ 1 giugno;
– ristoranti: dall’1 giugno si potrà cenare al chiuso;
– impianti da sci: riaprono il 22 maggio;
– corsi di formazione: via libera dall’1 luglio;
– congressi: ok dal 15 giugno con «green pass»;
– parchi tematici: riaprono il 15 giugno.