COSTA VOLPINO Metti un motorino nella bici Beccato imprenditore di Rovato Cosa non si fa per una formaggella

139

Scordatevi la bicicletta come passione, le pedalate con il sudore che gronda ma cosa vuoi che sia quando arrivi al traguardo e non importa in che posizione, scordatevi la voglia di fare sport per il gusto di farlo, il CSI che sta per Centro Sportivo Italiano dove a farla da padrone sono gli oratori e gli slogan decoubertiani. Macchè, questa è la storia di un cinquantatreenne, imprenditore di Rovato, che decide di vincere a tutti i costi, e chi se ne frega se il premio è un cesto magari con una formaggella o un salame, vuoi mettere arrivare primo e sbandierarlo davanti ad amici e colleghi che rosicano? E così nei giorni scorsi al Quarto gran premio Bar Sport di Bedizzole, Alessandro Andreoli sale in sella alla sua costosissima Argon 18 e vola, nel senso letterale del termine, al terzo posto, lui che qualche mese prima sui pedali arrancava, magicamente da qualche tempo infilava un risultato dietro l’altro, formaggelle e salami in cantina crescevano, così come la stima di colleghi ed amici.

Ma all’arrivo qualcosa non va. Le bici dei primi cinque classificati vengono sottoposte a controllo dello scanner termico per capire se c’è qualche motorino elettrico nascosto nella canna e la bici di Alessandro… bolle….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 4 AGOSTO

pubblicità