COSTA VOLPINO – LOVERE – Poesia per Natalia Ruffini

4305

Lei era divenuta pian piano parola,

fili di anima nel vento,

pietra che disegna anelli nell’acqua,

stella dentro un cielo blu,

cielo dentro la mia spalla,

io dentro il mio io.

Così presente nei miei pensieri 

che a volte riesco anche a toccarla

Rubo ancora un domani

un attimo, un sorriso,

un abbraccio, un ricordo

un fotogramma, un ti amo.

Rubo ancora un ieri

una melodia che riempia,

l’illusione fantastica,

la gioia di una promessa.

Rubo un giorno al sogno

prima di dirti ciao 

prima di quell’istante che sembra nulla

prima del vuoto di una nube senza cielo

che in realtà diventa tutto

diventa Paradiso, 

dove sei tu. 

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 18 FEBBRAIO

pubblicità