COSTA VOLPINO – L’INTERVISTA – I dieci anni da sindaco di Mauro Bonomelli: “Fare il sindaco al mio paese è l’esperienza della vita. Guardo al futuro senza pretese ma Costa Volpino…”

Mauro Bonomelli, dieci anni, da ragazzino che si affacciava alla vita amministrativa a uomo politico e amministrativo conosciuto in tutta la provincia. Come sei cambiato tu e come è cambiata Costa Volpino? “Quando riguardo le foto della campagna elettorale del 2011 sorrido: il tempo è passato così velocemente, per me e per il mio gruppo. Mi chiedo sempre quanto coraggiosi siano stati i miei cittadini a darci fiducia: ad un gruppo nuovo, ad un candidato sindaco perfettamente nuovo e ad un progetto che voleva guardare ad un Costa Volpino ambizioso. Li ringrazierò sempre. Credo che questa fiducia sia stata buona cosa: Costa Volpino è cresciuto e crescerà ancora. Sono stati realizzati interventi importanti e ci sono progetti pronti a partire altrettanto importanti. Certo c’è ancora molto da fare (tantissimo!) ma credo che si debba essere ambiziosi, credendo nelle potenzialità di questo Comune”. In dieci anni la politica e le amministrazioni sono cambiate più che in 50, da Renzi all’apice, al crollo di Renzi da un’idea di centro sinistra a un’altra, da Forza Italia primo partito al crollo, l’esplosione della Lega e l’arrivo dei 5 Stelle, tu come sei partito e ora dove sei politicamente parlando? “Oggi è facile vendere idee da titoli di giornale, facilissimo raggiungere tante persone con messaggi e idee, ma altrettanto facile non argomentare questi messaggi. Così si accelera il consenso di breve durata, ma si favoriscono anche crolli repentini.  Io sono per una politica seria, che studia e che parla quando serve. Che mette la testa nei problemi cercando la vera soluzione, ovvero non la migliore, ma la migliore percorribile….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 NOVEMBRE