Costa Volpino – Lega e centrodestra pronti per le nuove elezioni 2016: “Basta divisioni”. Maluta (Lega) e Frassi (centrodestra) provano a trovare la quadra. L’inghippo dei pezzi da 90, da Bonaldi (in fase di rottura con Bettoli) a Piero Martinelli. Si ce

50

 

Lega e centro destra. E non centro destra e Lega. Che sembra uguale ma non lo è. Almeno per Maurizio Maluta, deus ex machina della Lega di Costa Volpino, al lavoro da mesi per le elezioni della prossima primavera, dopo la sc oppola della divisione su tre fronti della volta scorsa meglio muoversi prima ma con alcuni concetti chiari: “Lega e centro destra – sorride Maluta – siamo noi i promotori del nuovo soggetto amministrativo e politico per le prossime elezioni, poi è chiaro che è un gruppo allargato al centrodestra. Si lavora per una collaborazione e unione”. Centro destra che ha già da tempo annunciato di essere al lavoro per lo stesso motivo e che nei giorni scorsi ha debuttato anche sui social network con una propria pagina, sancendo di fatto la discesa in campo. A tirare le fila del gruppo di centro destra Giuseppe Frassi. E adesso si tratta però di trovare la quadra per la fusione e soprattutto di capire cosa faranno alcuni personaggi da 90 come Giampiero Bonaldi (già candidato sindaco per due volte consecutive, e ora amministratore delegato a Cobe e in tutt’altre faccende affaccendato) e Piero Martinelli, (per 40 anni punto di riferimento delle amministrazioni di Costa Volpino). Ma mentre Piero Martinelli potrebbe appoggiare il nuovo soggetto politico della fusione, Giampiero Bonaldi appare decisamente più defilato, per ora si è chiamato fuori ma qualcuno lo vede in avvicinamento con l’attuale sindaco Mauro Bonomelli con Luigi Bettoli, che era in lista con Bonaldi, che non vede di buon occhio l’intesa. Si starebbe per spezzare quindi l’asse Bonaldi-Bettoli. “Per ora siamo nella fase dei colloqui – spiega Maluta – ma siamo a buon punto…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 7 AGOSTO

pubblicità