COSTA VOLPINO – Facchinetti: “Abbiamo una visione diversa del paese. Nuova vita per le frazioni, il turismo e la viabilità…”

Ho deciso di candidarmi perché ho una visione di Costa Volpino diversa da quella dell’attuale amministrazione. Dopo Christo e l’attrattiva che ha avuto il lago, il nostro Comune è rimasto in coda rispetto agli altri”, spiega Nicola Facchinetti, alla sua prima esperienza amministrativa.

Classe 1991, diplomato geometra all’Olivelli di Darfo Boario Terme e laureato in Ingegneria Civile e Ambientale a Pavia e attualmente collaboratore del Biliardo Club di Costa Volpino e analista e broker sportivo.

Sono appassionato di calcio, ho fatto tutte le giovanili del Darfo Boario e poi ho giocato nella Virtus Lovere e nel Sovere, in Promozione. Tre anni fa insieme alla mia compagna Silvia e a un gruppo di amici abbiamo rifondato la Pro Loco. Credo molto nel volontariato e faccio parte del gruppo di Protezione Civile, negli ultimi mesi mii sono molto impegnato al centro vaccini”.

La tua compagna è la tua prima sostenitrice: “Direi di sì e la ringrazio per il tempo e la pazienza che dedica al progetto. Mi ha dato una grossa mano nell’organizzazione, ma mi sostiene anche a livello morale e psicologico… ha una pazienza infinita (sorride, ndr)”.

Passiamo al programma elettorale: “Il nostro intento è quello di investire sulla riqualificazione turistica, abbiamo in mente progetti per la rivalutazione della sponda nord del lago, penso al lido estivo al Bar delle Rose con un bar e i servizi igienici, al recupero del porticciolo di Pizzo e poi vorremmo incentivare i proprietari delle seconde case nelle frazioni della Costa, in particolare quelle chiuse da anni, a ristrutturarle e renderle alberghi diffusi o ambienti ricettivi, da parte nostra elimineremo gli oneri per chi si dedica a queste attività”…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 27 AGOSTO