COSTA VOLPINO – Campovolo: le due liste ci dicano cosa vogliono fare. Restituiamo il fiume alla Comunità

Che cosa chiediamo alle liste che si candidano ad amministrare Costa Volpino nei prossimi 5 anni? Prima di tutto rispetto, salvaguardia e valorizzazione dell’ambiente e del territorio. Per la nostra associazione questo scopo si realizza a Costa Volpino promuovendo la costituzione di un Parco dell’Oglio.

Parco dell’Oglio significa rivivere la natura e salvaguardare le specie animali e vegetali.

Insomma, interrompere il processo di degrado delle coste, dell’acqua e delle campagne circostanti.

Primo atto che i futuri amministratori dovranno deliberare per conseguire tale obiettivo, dovrebbe però essere, secondo noi,  la dismissione immediata del Campovolo Avioturistico  per  voli e partenze di velivoli leggeri collocato in prossimità del delta del fiume.

Per evidenti motivi:

  • il Campovolo si trova in un’area fortemente interessata alla nidificazione di varie specie di migratori;
  • dal 2018 la sponda nord del lago d’Iseo è parte integrante del Network mondiale delle Riserve della Biosfera Unesco che “promuove sostenibilità ambientale (…) nell’ottica dello sviluppo sostenibile e della interazione tra sistema sociale e sistema ecologico”;
  • gli aerei che sorvolano l’area interessata transitano anche molto vicino alle abitazioni, creando inquinamento acustico e dell’aria, non solo per gli abitanti di Costa Volpino, ma anche per chi vive nei comuni limitrofi;
  • è un’attività in contraddizione con le politiche di valorizzazione turistica e ambientale della sponda nord che il Comune di Costa Volpino ha promosso negli ultimi anni….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 10 SETTEMBRE