COMUNITÀ MONTANA VALLE SERIANA – Bergamo e Treviglio chiedono di entrare nel “Thor” seriano. Interventi al semaforo di Colzate e altri punti critici. Rotonda di Ponte Nossa e tangenziale di Cerete: si fanno

Eppur si muove. Tra i paletti burocratici che costringono a slalom speciali estenuanti (nei tempi e negli spazi, intesi come uffici, che ti fanno girare da Erode a Pilato) la Comunità Montana Valle Seriana cerca di concretizzare le proposte e trovare accordi e risorse. Quasi a sorpresa il Presidente Giampiero Calegari (tornato in sella tra qualche polemica con il sostegno della media e bassa valle) e il suo assessore Marco Masserini (ex sindaco e adesso assessore anche a Gazzaniga) hanno partecipato a un incontro in Prefettura. “Perché dobbiamo uscire dal nostro isolamento”. L’incontro era stato richiesto dal Comune di Bergamo e da quello di Treviglio e organizzato dal Prefetto. Mica paglia, insomma. E la richiesta era sull’ipotesi di aderire al sistema di sorveglianza a suo tempo chiamato “Thor” (110 telecamere accese agli ingressi della valle), opera proprio voluta da Masserini nel 2010 e poi realizzata negli anni successivi. Alla presenza del Prefetto, dott.ssa Elisabetta Margiacchi, dei rappresentanti dei Comuni di Bergamo e Treviglio, del Questore, del Comandante provinciale dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei comandanti delle polizie locali di Bergamo e Treviglio, Calegari e Masserini hanno dato la disponibilità all’utilizzo del “server”, pur evidenziando che ci sono problemi tecnici che solo i… tecnici possono risolvere (in sostanza potenziamento del server)….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 21 FEBBRAIO