COLZATE – Dopo le 23 il Santuario si spegne mentre i lampioni del paese accesi a luci alterne

94

Anche a Colzate l’Amministrazione ha preso alcuni provvedimenti per ridurre il dispendio energetico: “Abbiamo modificato gli orari degli uffici comunali – spiega la sindaca Adriana Dentella – , di sabato rimarranno chiusi fino al 15 di aprile, non era il caso di tenere tutto acceso in presenza di un solo dipendente, perciò luci e riscaldamento verranno fermati alle 12 del venerdì per essere rimessi in funzione il lunedì mattina. Anche le lampade dell’illuminazione pubblica a led  verranno accese in modalità alternataa, uno sì e uno no, per intenderci, mentre saranno ridotte anche le tradizionali luminarie natalizie. Per quanto riguarda la nostra palestra, molto utilizzata anche da squadre e società sportive che vengono da fuori, abbiamo deciso di aumentare un po’ le tariffe, in modo che il maggiore introito compensi le maggiori spese di energia”. Tramite un accordo con la parrocchia si è pensato anche all’illuminazione del santuario di S. Patrizio: “Le potenti luci che valorizzano il nostro antico santuario  non funzioneranno più tutta la notte ma verranno spente alle 23. Sono tanti piccoli accorgimenti, quelli che abbiamo preso, con un occhio al risparmio ma anche con un’attenzione particolare  a fare in modo che non impattino eccessivamente sulla vita comunitaria e sulla socialità che erano state riguadagnate a fatica dopo i tempi bui della pandemia.

SUL NUMERO DI ARABERARA IN EDICOLA DAL 18 NOVEMBRE

pubblicità