COLERE – Festa Grande per i “Fìnfe” di Colere

199

Nelle comunità delle nostre montagne un tempo le famiglie si riconoscevano, più che per il cognome, attraverso un soprannome, che veniva affibbiato al capo famiglia appena diventava adulto. Ci pensavano gli amici e parenti a caratterizzare il comportamento del giovanotto, affibbiando a volte dei soprannomi al limite dell’offesa.

 

Una delle famiglie più note e numerose di Colere è quella dei “Fìnfe”, che porta il cognome più diffuso in paese: Belingheri. Il capostipite si chiamava Luigi Domenico e sposò Antonia Bendotti della famiglia di “Zors”. Dal loro matrimonio nacquero 6 maschi e 3 femmine, che a loro volta crearono famiglie numerose. Il soprannome fu affibbiato al capostipite perché all’osteria sorseggiava il vino pian piano, mentre teneva lunghe discussioni senza arrivare a una conclusione…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 MAGGIO

pubblicità