CLUSONE – VALBONDIONE – Laura & Thomas: “Le mucche, i maiali, gli alpaca. Nonna dice che dovrei fare l’impiegata, ma siamo felici”

2244

Laura, 25 anni, e Thomas, 20, sorridono mentre percorrono il pezzo di sterrato che conduce alla loro azienda agricola. Lei è di Clusone, di cognome fa Baronchelli, lui, Piffari ed è originario di Valbondione. Si sono conosciuti qualche anno fa poi ‘galeotta fu’… la vacanza in Svizzera, dove lui era in alpeggio. Oggi condividono gli stessi obiettivi, gli stessi sogni, che affondano le radici proprio qui. Siamo in via Barbarigo, poco distanti dall’Istituto Fantoni di Clusone, un angolo di pace, di silenzio, interrotto soltanto dai suoni della natura. L’azienda agricola che porta il nome di Laura è nata da poco, l’anno scorso. Ma riavvolgiamo il nastro, Thomas ascolta, mentre Laura inizia a raccontare: “Non sono mai stata appassionata di animali a dire la verità. Alle superiori ho fatto il Turistico al Fantoni e al quarto anno ho iniziato a capire che quella non sarebbe stata la mia strada. Dopo la maturità ho deciso di iscrivermi alla Facoltà di Benessere degli animali, a Milano, e mi sono laureata nel 2018 alla triennale. Mi affascinavano le mucche e tutte le materie che le riguardavano. Ero stata in alcune stalle, avevo visto la passione che ci mettevano i contadini e a questo mondo mi sono avvicinata proprio così. Al mio compleanno mi hanno regalato una mucca e una vitella, ero al secondo anno di università, ma io ero a Milano e quindi era mio papà Rino a seguirle, mentre io salivo nel fine settimana. Quando mi sono laureata ho deciso di non proseguire con la magistrale e mi sono dedicata agli animali. Inizialmente era un hobby, perché lavoravo al consorzio agrario, poi ho iniziato a lavorare in agriturismo, dove facevo i formaggi”.

Poi la svolta: “L’anno scorso mi sono detta che era arrivato il momento di creare qualcosa di mio. I capi iniziavano ad aumentare, perchè c’erano le nascite, ho iniziato a produrre i miei formaggi appoggiandomi ad un caseificio e poi a venderli e a partecipare ai mercatini e alle fiere. Adesso siamo arrivati a una ventina di mucche e una decina in mungitura, vitelli, manze di rimonta, dieci maiali, cinque pecore, quattro capre, due cavalli, un’asina, una vitella highlander e gli ultimi due arrivati sono gli alpaca, che ha voluto mia sorella Elena e quindi alla fine abbiamo preso anche loro… insomma qui sembra di essere in uno zoo (sorride, ndr)”.

E Thomas… “Ho fatto tre anni di operatore agricolo qui a Clusone e poi per due anni ho lavorato in alpeggio in Svizzera. Ero già appassionato fin da piccolo, mio nonno ha sempre avuto qualche pecora e alcune manze”. …

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 6 MAGGIO

pubblicità