CLUSONE – ELEZIONI COMUNALI 2020 – Qui centrodestra: delfini, arsenico e vecchi Merletti

In attesa che Antonella Luzzana, vicesindaca in carica, sciolga la riserva e accetti di candidarsi alla successione di Paolo Olini, che, Re Sole della situazione, si ritiene legittimato a designare il suo “Delfino”, l’attuale maggioranza e quello che le gira intorno (praticamente il centrodestra) sembra essere rimasto spiazzato dall’uscita tempestiva del nome e della lista guidata da Massimo Morstabilini.  Nell’area di centrodestra si muovono molte anime (alcune perse, alcune candide) e i progetti non vanno tutti nella stessa direzione. La Lega baradella commissariata con a capo Augusto Poli sembra aspettare la prima mossa altrui e le reazioni dei potenziali alleati. Che sarebbero Forza Italia e Fratelli d’Italia. Ma la Lega aspetta partendo da un punto di forza, quella di avere un elettorato “gasato” dalla guida salviniana (alla prova nelle elezioni regionali di questi giorni, ma comunque forte in città, al punto da aver quadruplicato le iscrizioni al partito). Il silenzio del “commissario” sembra studiato, della serie, “fate pure le vostre mosse, poi dovrete fare i conti con noi”, prospettando addirittura, se le proposte non fossero gradite, la possibilità di correre da sola. La stessa soluzione potrebbe essere fatta anche da Fratelli d’Italia, in forte crescita di consenso a livello nazionale, adesso che al partito della Meloni aderiscono anche i “Cambiamo” di Giovanni Toti (che sembra sempre più al suo omonimo eroe Enrico Toti, quello che lanciò la stampella prima di morire sull’Isonzo, dove combatteva nonostante fosse senza una gamba)…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 24 GENNAIO