CLUSONE – ELEZIONI COMUNALI 2020 – Il Sì (condizionato) di Antonella a Olini “Ma saranno Lega FdI e FI a decidere”

Non c’è l’ufficialità, ma Antonella Luzzana, attuale vicesindaca, avrebbe sciolto la riserva e sarebbe disponibile a candidarsi tentando di arrampicarsi sulla poltrona occupata negli ultimi dieci anni da Paolo Olini. Sic stantibus rebus si scontrerebbe con Massimo Morstabilini che ha già ufficializzato la sua candidatura con la lista “Clusone al Massimo” con tanto di simbolo e campagna elettorale partita da settimane.

Sulla Luzzana candidata c’erano (ne restano alcune) le perplessità personali a mettersi in gioco. E ancora: troppi “grandi vecchi” stanno dietro le quinte e potrebbero voler fare i suggeritori di un copione non scritto da Antonella. E poi l’incognita del parere della sezione leghista di Clusone che, forte dei numeri (voti) registrati nelle ultime tornate elettorali, anche se non comunali, avrebbe aspirato ad avere un candidato (salviniano) marcato Lega. Anche gli alleati di Forza Italia e Fratelli d’Italia aspettavano (aspettano) la risposta di Antonella prima di pronunciarsi. “La scelta del candidato a sindaco deve essere condiviso da tutte le forze politiche del centrodestra. E per ora non c’è stata ancora questa condivisione”. C’è di più, tornando alle perplessità di Antonella: vorrebbe capire anche chi sono le persone che entrano in lista, la Lega non la ama e lei non ama la Lega ufficiale (Olini a parte). Nelle trattative se la Lega (commissariata) chiedesse la testa di Olini (e non è fantascienza), la Luzzana potrebbe anche tirarsi indietro. “In questo caso abbiamo comunque altri nomi da proporre e su cui discutere. Ma anche sui programmi ci sarà di che parlare”.

Se Antonella Luzzana si candida (e vince) Olini mantiene un ruolo per il prossimo futuro. Altrimenti arrivano al pettine tutti i maldipancia leghisti di questi anni e Olini perde ogni ruolo. In questo però è in buona compagnia, a perdere eventualmente ruolo e potere sarebbero anche altri: Giorgio Merletti ad es. adesso a capo del Sant’Andrea dopo aver scalzato Emiliano Fantoni che nel frattempo è stato indicato (alla Provincia) dalla Lega come componente del Cda dell’Opera Antonietti (Casa dell’Orfano) all’insaputa di Olini…

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 7 FEBBRAIO