CLUSONE – Cinque ragazzi lanciano ‘CluSu’ per aiutare i commercianti del paese, boom dell’iniziativa

Cinque ragazzi che amano Clusone, i commercianti che vivono e lavorano nel paese. Cosa c’entrano insieme? C’entrano eccome, il mix è di quelli che hanno tutte le carte in regola per essere vincenti. O forse le carte in regola le hanno sapientemente create Marco, Giovanni e Lorenzo insieme a Simone e Anna.

Ma andiamo con ordine: “L’idea è nata da me e Giovanni (Baretti, classe 1989 ndr) – racconta Marco Brasi, clusonese doc, classe 1992 – abbiamo contattato Lorenzo ed è partito tutto, siamo ragazzi che hanno sempre avuto a cuore Clusone, che hanno sempre avuto a che fare nelle varie associazioni di Clusone, e cosi abbiamo pensato di muovere qualcosa per cercare liquidità per i commercianti”.

Detto fato. Lorenzo Giudici che lavora nell’ambito informatico, anche lui classe 1992 come Marco, inizia insieme a Giovanni e Marco a imbastire il progetto e il programma. Lorenzo si occupa della parte tecnica e sviluppa l’idea, intanto anche Simone Micheli entra nel progetto e per la parte grafica ci si appoggia ad Anna Scandella, anche lei clusonese. In sole due settimane l’idea prende forma. Nasce ‘CluSu’, una sorta di gioco di parole per indicare anche un Clusone tirati su, rialzati. E per rialzarsi servono idee e il gruppo ne ha sfornata una che ha tutte le carte in regola per fare la differenza.

Una piattaforma che consente di aiutare e supportare gli esercenti di Clusone. Come funziona? “Semplice, il cittadino ricerca l’attività, seleziona  l’importo che desidera e paga in tutta sicurezza: in poco tempo riceverai tramite email il suo Clusù!..

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 MAGGIO