CLUSONE – ABF per la pace in Ucraina

48

I ragazzi di ABF sono vicini al popolo ucraino proponendo iniziative solidali

pubblicità

La guerra tra Ucraina e Russia procede purtroppo già da un mese. Nessuno si aspettava che, dopo i precedenti conflitti del Novecento, una cosa così tragica potesse nuovamente accadere.

I ragazzi di ABF hanno preso molto a cuore questi avvenimenti e si sono adoperati fin da subito per essere d’aiuto al popolo ucraino. Hanno proposto diverse iniziative che desideriamo condividere: raccolte di beni di prima necessità, striscioni, collette… ognuno ha voluto fare la propria parte, per garantire un sostegno economico e concreto ai civili ucraini. 

Oltre a questo, ogni settore delle sette sedi di ABF ha contribuito in base alle proprie competenze. Ne sono alcuni esempi il settore alimentare che realizza e vende prodotti di pasticceria al personale interno, a prezzi simbolici; quello della carrozzeria che ha decorato un cofano di un’auto con il profilo di Città Alta dal quale sbuca un simbolo della pace come se fosse un sole; quello informatico che realizza volantini per promuovere tutte queste attività solidali ed altri ancora. 

Al di fuori della sede centrale è presente uno striscione con la scritta “No alla guerra”, e all’ingresso di tutte le sedi ci sono anche degli scatoloni per le raccolte dei beni di prima necessità, i cui ricavati, oltre che quelli economici derivanti dai contributi dei settori, verranno devoluti alla Croce Rossa Italiana, che si occuperà di fornirli al popolo ucraino….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ ‘ 1 APRILE

pubblicità