CHIUDUNO – L’ok dell’amministrazione all’impianto di trattamento dei rifiuti. Il sindaco: “Impatto nullo sull’ambiente”

695
NELLA FOTO IL SINDACO DI CHIUDUNO STEFANO LOCATELLI ,COSTA MEZZATE 03 AGOSTO 2012.ph FRANCESCO MORO/FOTOGRAMMA BERGAMO - NELLA FOTO IL SINDACO DI CHIUDUNO STEFANO LOCATELLI ,COSTA MEZZATE 03 AGOSTO 2012.ph FRANCESCO MORO/FOTOGRAMMA BERGAMO - fotografo: francesco moro

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Stefano Locatelli ha detto sì all’iter per la realizzazione di un impianto di trattamento finalizzato alla riduzione, stoccaggio e recupero dei rifiuti plastici e cellulosici, ingombranti e secco residuo che sorgerà in via del Molino a Chiuduno. L’azienda che ha fatto richiesta è la Servizi Comunali s.p.a di Sarnico, che si occupa della gestione integrata dei rifiuti compresa la raccolta differenziata delle frazioni recuperabili e gestisce un bacino di utenza che interessa ben settanta comuni (con un totale di 320 mila abitanti) tra il territorio di Bergamo, Brescia, Milano e Cremona.

Ci siamo rivolti al primo cittadino per capire qualcosa in più.

Innanzi tutto chi è la Servizi Comunali s.p.a? “E’ una società interamente pubblica, partecipata anche dal nostro comune. Con questo impianto consentirà ai comuni soci di massimizzare gli utili derivati dalla vendita delle frazioni differenziate consentendo una mitigazione, se non contenimento, della tassa rifiuti di ciascun comune”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 25 OTTOBRE

pubblicità