CHIUDUNO – Il sindaco: “Progetti ambiziosi per l’ultimo anno di mandato”

Sono stati mesi complicati anche a Chiuduno, ma l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Stefano Locatelli non si è mai fermata.

Vogliamo dare un segnale concreto alle nostre aziende – spiega -, lo facciamo partendo proprio dalla zona industriale, che è sempre un punto difficile da gestire. Dal 1° giugno rientreranno tutti a pieno regime e noi abbiamo deciso di affidare ad una società esterna l’incarico di tenere in ordine il verde, le strade, la segnaletica, per un anno e mezzo. Per quanto riguarda i commercianti, già un paio di settimane fa abbiamo deciso di non far pagare loro la tassa sui rifiuti nel periodo in cui sono rimasti chiusi, così come gli ambulanti non pagheranno la tassa di occupazione del suolo pubblico. Per quanto riguarda invece i bar e i ristoranti, daremo lo spazio esterno gratuito a chi ne farà richiesta, mentre chi già ce l’ha, non pagherà la relativa tassa”.

Uno sguardo rivolto anche alle famiglie… “Stiamo studiando un progetto che possa sostenere i genitori che rientreranno al lavoro se le attività per i bambini e ragazzi da 0 a 14 anni non riprenderanno; utilizzeremo la struttura dell’asilo. Intanto in questi mesi abbiamo consegnato i pacchi alimentari alle famiglie e ai bambini dell’asilo abbiamo consegnato un pacco contenente latte e merendine, vogliamo che sia un messaggio di speranza… l’asilo è chiuso ma la vita va avanti e non vediamo l’ora che possano tornarci”….

SUL NUMERO IN EDICOLA DA VENERDI’ 22 MAGGIO