Chiesa – cambio di preti nelle Parrocchie bergamasche

810

Nei prossimi giorni la Chiesa di Bergamo ufficializzerà diversi trasferimenti di parroci sul territorio diocesano, ma alcuni di questi sono già stati annunciati dai diretti interessati e altri ancora sono al momento appena sussurrati.

Facciamo quindi un quadro della situazione, ricordando che una nuova infornata di nomine e trasferimenti sarà fatta anche nei prossimi mesi dal Vescovo Mons. Francesco Beschi.

GANDINO – BARIANO – FILAGO

Don Innocente Chiodi va a Bariano, al suo posto don Ferruccio Garghentini, in arrivo da Filago

Cambio alla guida delle Parrocchie di Gandino, Barzizza e Cirano. Dopo 12 anni di presenza in terra gandinese, il prevosto don Innocente Chiodi lascerà a settembre il suo incarico e inizierà il suo nuovo ‘mandato’ come parroco di Bariano. A sostituirlo sarà chiamato don Ferruccio Garghentini, classe 1961, che, nativo di Carenno in provincia di Lecco ed ordinato sacerdote nel 1992 insieme a don Giuseppe Merlini, attuale parroco di Leffe, è stato curato nella Parrocchia della Malpensata a Bergamo e dal 1997 al 2012 parroco di Grumello al Piano. In seguito, e fino ad ora, è stato parroco a Filago, impegnandosi, in questi ultimi anni, anche nella ristrutturazione della chiesa parrocchiale che nel 2017 ha accolto la statua della Madonna di Fatima.

GRONE – MADONE

Don Giacomo Cortesi va a Madone, il nuovo parroco è don Marco Gibellini, a Berzo San Fermo dal 2021

Tre, due, uno. Nel giro di pochi anni si è passati da tre parroci a uno solo nelle tre Parrocchie di Grone, Monte di Grone e Berzo San Fermo. Fino al 2014, infatti, ognuno di questi tre borghi aveva il suo parroco residente. Poi, nel 2014, dopo che Andrea Boni ha lasciato la Parrocchia di Monte di Grone (e anche la tonaca), il suo posto era passato a don Giacomo Cortesi, che da un anno era parroco di Grone. Dal prossimo settembre però, anche lui andrà via, diventando parroco di Madone.

Al suo posto arriverà don Marco Gibellini, che dallo scorso anno è parroco di Berzo San Fermo. Come previsto, don Marco sarà quindi a capo di tre Parrocchie, come è del resto capitato nel 2021 anche sull’altra sponda del torrente Cherio.,,,

ENDINE – CIVIDATE AL PIANO

Don Andrea Lorenzi va a Cividate al Piano

Don Andrea Lorenzi, 46 anni, di Seriate, se ne andrà dopo l’estate a Cividate al Piano dopo nove anni come parroco di Endine e Valmaggiore. Nove anni “di collaborazione e di amicizia”, ricorda il sindaco Marco Zoppetti. “È arrivato quando non ero ancora sindaco, ma ero vice sindaco, e poi negli anni abbiamo collaborato in modo proficuo, siamo riusciti ad organizzare molte iniziative insieme, anche con l’arrivo di don Simone Pandini l’anno successivo”. C’è un momento particolare che resterà impresso nella memoria

CASTRO – GORNO – ONETA

Don Federico Chiappini lascia la Val del Riso e va a Castro

Dopo sei anni di presenza in Val del Riso come parroco di Gorno, Oneta, Cantoni d’Oneta e Chignolo d’Oneta, don Federico Chiappini è pronto a trasferirsi sul Lago d’Iseo, come nuovo parroco di Castro. Classe 1964 e originario di Urgnano, è sacerdote dall’8 giugno 1991. È stato vicario parrocchiale di Verdellino (1991-1993), parroco di Gerosa (1993-1999), di San Gottardo (1999-2011), vicario parrocchiale di Romano (2011-2016), prima di arrivare nella Valle del Riso.

CAMPAGNOLA – MALPENSATA

Don Enrico D’Ambrosio lascia Campagnola

 

L’amatissimo ex parroco di Cenate Sotto, don Enrico D’Ambrosio, ha chiesto al Vescovo di poter lasciare dopo soli quattro anni il suo incarico di parroco di Campagnola. La Parrocchia cittadina verrà retta dal parroco della Malpensata, don Claudio del Monte, che guiderà entrambe le comunità. Don Enrico, che sarà destinato ad altro incarico, ha 57 anni ed è originario della Parrocchia di Nese, una delle frazioni di Alzano Lombardo.

VILLONGO

Il curato don Matia lascia Villongo per un ‘progetto speciale’

Il trentaduenne curato di Villongo, don Matia Cavagna, lascia il paese per quello che, si sussurra in ambienti ecclesiali, sarebbe un ‘progetto speciale’ di cui però non si sa nulla….

SUL NUMERO IN EDICOLA

 

pubblicità